Orphan Black, 13 curiosità più una

13 curiosità sulla seconda stagione di Orphan Black

Il 18 aprile torna Orphan Black – in contemporanea su BBC America e Space, ma anche su SundanceTV, IFC, WeTV e AMC – e come avevo già fatto lo scorso anno, ho stilato per voi una lista di 13 curiosità che riguardano la seconda stagione (se non l’avete ancora vista, correte a farlo finché siete in tempo!), più una sulla terza.

  1. Così come la prima stagione omaggiava Charles Darwin, tutti i titoli degli episodi della seconda stagione sono tratti da opere di Francis Bacon.
  2. Ari Millen, attore che interpreta Mark Rollins – il Prolethean che dà la caccia a Sarah nella prima puntata – e quindi il progetto Castor, conosceva già Tatiana Maslany: erano entrambi sfidanti in una competizione di improvvisazione teatrale al liceo.
  3. Il musical che Alison sta preparando nei primi episodi esiste davvero: si chiama Blood Ties, ed è stato scritto e composto da Johnson & Johnston.
  4. L’audio della scena delle prove di Blood Ties è in presa diretta – tranne la base del pianoforte.
  5. Tatiana ha ammesso che doversi fingere dispiaciuta per la morte di Helena durante le interviste è stata una delle interpretazioni più difficili della seconda stagione.
  6. Orphan Black ha vinto altri 10 premi ai Canadian Screen Awards; Tatiana ha vinto per la seconda volta ai Critics’ Choice Awards ed è stata nuovamente snobbata dagli Emmys.
  7. Bobby, la barista bionda che incontriamo diverse volte nell’arco delle due stagioni, è Diana Salvatore, attrice e anche ottima cantante – potete ascoltarla nella scena del bar nell’episodio 2×06. La canzone si chiama Crazy.
  8. Il personaggio di Ari Millen (Mark) sarebbe dovuto morire nel sesto episodio (o questo gli hanno fatto credere), ma la bravura dell’attore ha convinto gli autori a dargli un ruolo di maggiore importanza.
  9. Il naso dello stuntman di Michael Mando si è rotto per davvero nella scena in cui Vic sviene rovinosamente su un tavolo pieno di brillantini (2×07).
  10. La voce di Tatiana per Tony Sawicki è stata modificata in post-produzione, per renderla più credibile, e così pure le voci di Cosima e Delphine sotto l’effetto dell’elio, poiché non era sicuro far inalare il gas alle attrici tutte le volte necessarie per girare la scena.
  11. Il volto di Kathryn Alexandre, clone double, appare per la prima volta sullo schermo nell’episodio 2×09.
  12. Per entrare nella fisicità dei diversi cloni, Tatiana ha sviluppato una sorta di danza per ciascuno dei cloni. Un assaggio di questa danza si può avere nella famosa scena dei quattro cloni (più Felix e Kira) del finale di stagione.
  13. A febbraio è stato rilasciato il primo numero di un fumetto dedicato a Orphan Black, e a marzo il secondo. Per ora sono stati confermati cinque numeri, ciascuno dedicato a un clone diverso, nell’ordine: Sarah, Helena, Alison, Cosima e Rachel.
  14. E ora una chicca sulla stagione che sta per arrivare. Oltre a diversi teaser, trailer e foto in anteprima, è stato annunciato nelle scorse settimane anche il titolo del primo episodio: The Weight of this Combination (Il peso di questa combinazione). Stranamente non si tratta di una citazione scientifico-filosofica, ma è un estratto del Discorso di addio alla nazione che il presidente Eisenhower ha tenuto il 17 gennaio 1961.


Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top