Integratori alimentari: sono davvero utili?

Integratori vitamina D

Da qualche anno ormai tutti i media, dalla tv alla rete, ci tartassano di notizie su quanto un alimento o un altro ci facciano male, per questo o per quel motivo. Le notizie che ci vengono date sono quasi sempre vere ma vengono approfondite e trattate in modo spesso sbagliato: l’alimentazione è sicuramente la base che può definire uno stile di vita sano o no. Non tutti gli organismi sono uguali però, ognuno di noi ha le sue esigenze fisiologiche e non è semplice leggere i messaggi che il corpo ci manda.

Sarebbe opportuno non rinunciare a niente, mangiare tutto nelle giuste quantità, senza eccedere in un alimento o in un altro. Senza ombra di dubbio un’alimentazione bilanciata in carboidrati, proteine, lipidi, vitamine e minerali ci porterà a sentirci meglio ma, allo stesso tempo, spesso non abbiamo il tempo di cucinare sano, soprattutto per il sempre più diffuso stile di vita frenetico che ci troviamo a condurre. A pranzo un panino, la sera cibi surgelati precotti; ogni tanto può andare anche bene, ma le nostre abitudini alimentari sono fondamentali per ricaricarci e sentirci energici e in forma. Quali sono le carenze incontro alle quali andiamo più frequentemente? Vediamone solo alcune.

Al primo posto la vitamina D, carenza sempre più diffusa, a causa soprattutto della scarsa esposizione al sole: in questo caso l’alimentazione può venirci incontro perché questa vitamina, fondamentale per le ossa e per la pelle (una carenza grave e prolungata porta al rachitismo) si trova in quantità importanti nel pesce, soprattutto quello più grasso, come il salmone, l’anguilla, lo sgombro.

Il magnesio è uno di quei minerali che spesso viene a mancare al nostro organismo e ci provoca stati di agitazione e debolezza: infatti il magnesio è responsabile della regolazione del nostro umore, agendo direttamente come calmante del nostro sistema nervoso. Agisce sui nervi e sui muscoli e ci consente di riposare meglio: lo troviamo in alte percentuali nella frutta secca, nei legumi, nei cereali integrali e nel cacao amaro. Infine, un terzo elemento che spesso è scarso nel nostro organismo è il ferro: è necessario porre la dovuta attenzione a questo minerale, perché un suo basso livello può portare all’anemia. Lo troviamo principalmente nel fegato d’oca, nelle vongole e nella frutta secca a guscio.

Qualora non sia possibile alimentarci quotidianamente nel modo giusto, l’assunzione di integratori alimentari può essere la scelta ottimale: se presi con costanza e regolarità aiutano a mantenerci in salute. Gli integratori però non sono sostituti di uno stile di vita sano, ma solo coadiuvanti e di conseguenza è importante fare il possibile per abbinare una buona alimentazione e un po’ di attività fisica.



Tags

Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top