Postazione di lavoro per freelance: come arredare il proprio studio

Arredamento ufficio

Una delle cose più importanti per un freelance è sicuramente la postazione di lavoro; sia che si lavori da casa o che si decida di affittare uno spazio in coworking, la cura dell’arredamento e la scelta della scrivania sono fondamentali per poter eseguire al meglio il proprio lavoro.

Lo studio perfetto non deve essere necessariamente spazioso, ma deve sicuramente favorire il relax e la concentrazione; proprio per questo motivo è bene evitare pareti con colori forti che tendono a stancare o a distrarre, e puntare invece su colori chiari e rilassanti come il bianco, il beige o il grigio chiaro.

Una libreria funzionale dove conservare libri ed eventuali documenti, una sedia possibilmente con le ruote e soprattutto con schienale e altezza regolabile, per poter lavorare comodamente senza sforzare la schiena e le spalle, sono elementi che non devono mai mancare nell’arredamento del proprio studio.

Anche l’illuminazione ha un ruolo molto importante in uno spazio dedicato al lavoro: si può scegliere di giocare con i faretti o di posizionare una lampada fissa nella stanza e un’altra che punti direttamente sulla propria postazione; un ambiente ben illuminato garantisce indubbiamente una maggiore attenzione e un minor sforzo per la vista. Ma l’arredo protagonista di tutta la postazione è indubbiamente la scrivania.

Scegliere la scrivania per computer più adatta alle proprie esigenze

Esistono differenti scrivanie per computer, ognuna con una sua particolarità: stretta, profonda, regolabile, con o senza rotelle, con cassetti, con mensole; insomma la scelta è molto vasta, ma la cosa più importante è che ci sia lo spazio sufficiente per ospitare il computer e tutto il materiale utile al lavoro. Se non si ha molto spazio a disposizione per acquistare una scrivania medio grande, si può sempre optare per una scrivania con rotelle da spostare a seconda delle proprie necessità e con piani estraibili per poter sistemare tutti gli accessori del pc senza occupare molto spazio.

Non esistono regole precise per scegliere la scrivania, bisogna semplicemente tenere conto delle proprie esigenze e dello spazio che si ha a disposizione; un consiglio utile può essere quello di optare per una scrivania che raggiunga l’altezza dei gomiti, per non rischiare di sforzare troppo la schiena, e che sia abbastanza spaziosa e confortevole in modo da avere la possibilità di organizzare al meglio ogni aspetto della propria vita lavorativa.

Per le persone che tendono al disordine, si consiglia di non rinunciare ai cassetti, da utilizzare per conservare cose poco utili al lavoro ed evitare così di operare nel caos. Se i cassetti non sono sufficienti ci si può affidare ad altri supporti come le mensole, cercando sempre di non esagerare con la quantità per non rischiare di appesantire troppo lo spazio.

Dopo aver scelto la scrivania arriva il momento di posizionare il computer, e a tal proposito è bene ricordare sempre una cosa fondamentale: qualunque altezza del tavolo si scelga, lo schermo del computer deve sempre essere posizionato a 50/70 cm di distanza dagli occhi.



Tags

Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top