Installare un impianto GPL sulla propria auto

Installare impianto GPL

L’alimentazione delle auto a GPL, gas propano liquido, è diffusa da lungo tempo. Questo derivato del petrolio è infatti piuttosto conveniente da acquistare rispetto ai carburanti tradizionali e, considerati i bassi valori d’inquinamento, negli ultimi anni è diventato un’opzione di primo equipaggiamento per molte auto. Sono in netta crescita anche le trasformazioni a GPL di auto più vecchie, che tornano così a nuova vita nel segno di un maggiore rispetto dell’ambiente. Ecco più in dettaglio perché vale la pena trasformare a GPL la propria auto e come ottenere un preventivo impianto GPL da installare sulla vettura di nostra proprietà.

Il preventivo per l’installazione

Ottenere il preventivo per l’installazione di un impianto GPL oggi è molto più facile che in passato. Grazie al web, infatti, sono disponibili servizi che permettono di comparare i prezzi per il servizio offerto dalle officine che si occupano di trasformare a gas le autovetture.


LEGGI ANCHE: Auto elettriche, scoperto un materiale polimerico per migliorare le prestazioni


È sempre poi possibile effettuare un “controllo” di persona, visitando le attività che nella nostra zona effettuano il servizio di installazione impianto GPL, scegliendo quella che ci convince di più e non solo per il prezzo. Consigliamo di affidarsi alle officine specializzate proprio in questa attività. I meccanici che fanno prevalentemente installazioni di impianti GPL hanno infatti un rapporto diretto con le aziende che forniscono i kit di trasformazione, riducendo così le problematiche che possono insorgere durante la realizzazione dell’impianto.

Perché installare un impianto GPL sulla propria auto

Come abbiamo detto, il GPL è un carburante più rispettoso dell’ambiente rispetto a benzina e gasolio e per questo motivo i veicoli alimentati a gas soffrono meno delle limitazioni al traffico imposte dalle amministrazioni locali. Il GPL è poi più conveniente al momento dell’acquisto rispetto agli altri carburanti, costando alla pompa in media meno della metà di un litro di benzina.

L’installazione di un impianto GPL su un’auto alimentata a benzina rappresenta quindi una scelta da valutare positivamente sia per gli innegabili vantaggi economici, sia per le implicazioni ambientali. Questo discorso è ancor più valido se applicato agli autoveicoli più vecchi, in buono stato di carrozzeria e motore, ma penalizzati per via del mancato rispetto delle normative antinquinamento attuali. Con l’impianto a GPL le auto più vecchie tornano a nuova vita, in particolare quelle con motori a benzina di grossa cilindrata caratterizzati da emissioni e consumi elevati: alimentate a gas inquinano e costano di meno, facendo bene all’ambiente e al nostro portafoglio.



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top