Come sostituire un parabrezza

Sostituire parabrezza

La sostituzione del parabrezza è sicuramente una operazione molto delicata e quindi conviene sempre affidarsi al proprio carrozziere di fiducia. Abbiamo chiesto ad alcuni membri della carrozzeria Roma di spiegarci come sostituire un parabrezza anche da soli se avete molta manualità.

Viene definita parabrezza la finestra localizzata nella parte anteriore dell’abitacolo, da non confondere con il lunotto che è la finestra posteriore.

È di fondamentale importanza che sia in buone condizioni per tutelare, dal punto di vista della sicurezza, chi guida e i passeggeri. Per questo motivo può essere necessario sostituirlo e installarne uno nuovo; operazione che, ovviamente, deve essere fatta a regola d’arte.
Il primo passo da fare è smontare, facendo attenzione a staccare nel modo giusto i ganci che servono a fissarle, tutte le mondature in plastica che si trovano lungo il perimetro del cristallo.

Se in questa prima fase venissero danneggiati questi ganci sarà necessario sostituirli e, nonostante il loro costo che può essere molto variabile, potrebbero esserci problemi nel reperire il modello giusto.

Si procede tagliando la membrana di poliuretano. In questa operazione si può decidere di proseguire in due modi diversi.

Due alternative per cambiare il parabrezza

  1. La prima alternativa è quella di partire dall’esterno dell’abitacolo; una persona non esperta potrebbe incontrare difficoltà nel caso in cui il parabrezza sia stato montato troppo vicino al bordo della carrozzeria, lasciando uno spazio inferiore ai 3 mm.
  2. L’altro metodo prevede che il taglio venga fatto dall’interno dell’abitacolo. A questo scopo sarà sufficiente, grazie all’impiego di un taglierino, incidere lungo tutto il perimetro eseguendo movimenti lineari. L’utilizzo di taglierini elettrici, impiegati spesso da parte dei professionisti, potrebbe arrecare diversi danni alla carrozzeria.

Operazione da effettuare in due persone

Solamente ora risulta possibile andare a rimuovere il parabrezza dal veicolo. In questa parte del lavoro è consigliabile farsi aiutare da almeno un’altra persona. Il cristallo, infatti, verrà spinto dall’interno dell’abitacolo e il vetro verrà afferrato dall’esterno, con cautela, e sollevato ed allontanato.

Rimuovere i residui lasciati dal vecchio parabrezza

La seconda fase del lavoro prevede la preparazione del montante della carrozzeria. La prima cosa di cui ci si deve occupare è la pulizia, con una spazzola e dell’acqua, della superficie d’appoggio. Questo è fondamentale per andare a rimuovere tutti i vari residui e contaminanti che, nel caso fossero presenti, andrebbero a ridurre l’adesione da parte del poliuretano e, di conseguenza, anche quella del parabrezza.

Il vecchio strato di adesivo presente andrà ritagliato e ripulito eliminando l’eccesso; di norma questo avrà uno spessore di circa 6 mm che però, grazie all’utilizzo di un rasoio, andrà ridotto a 3 mm.

Attenti alla ruggine e alla polvere in fase di sostituzione del parabrezza

Se osservando la zona si nota la presenza di ruggine, chiaro segno dell’ossidazione, sarà necessario andare a rimuoverla. Per operare in modo pulito è consigliabile andare a proteggere tutte le superfici circostanti all’area di lavoro con del nastro adesivo. Un altro prezioso consiglio è quello di rivestire gli interni dell’abitacolo con dei teli per preservarli da possibili macchie che possono essere causate dai prodotti che si andranno ad utilizzare.

Applicare il primer

Per prima cosa si andrà ad applicare il primer spruzzandone tre strati sottili ed uniformi sul metallo che è appena stato smerigliato. Lo scopo del primer è quello di aumentare e migliorare l’aderenza del poliuretano e prevenire la formazione di uno strato di ruggine.

Come incollare il parabrezza

A questo punto del lavoro, grazie all’impiego di una pistola per silicone elettrica, è possibile procedere all’applicazione della colla. È importantissimo utilizzare una di altissima qualità. Se non avete invece una pistola elettrica potete ripiegare sull’utilizzo di una pistola per silicone manuale ma, in questo caso, potrebbe risultare più difficoltoso ottenere una striscia di adesivo continua e uniforme.

Come appoggiare il parabrezza?

Per installare il nuovo parabrezza non vi resterà da fare altro che poggiare il cristallo sul bordo del montante della carrozzeria. È raccomandabile non mettersi alla guida, per motivi di sicurezza, prima che il poliuretano non risulti completamente asciugato. I tempi, che possono variare da una a ventiquattro ore, sono strettamente legati al prodotto che viene impiegato e solitamente si trovano indicati in etichetta.



Tags

Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top