Archivio del tag: unioni civili

Stepchild adoption in Italia

Commissione diritti umani ONU chiede all’Italia una riforma sulle adozioni

Commissione diritti umani ONU chiede all’Italia una riforma sulle adozioni

“Alla 119a sessione della Commissione per i diritti umani all’ONU è stato chiesto al Governo italiano di garantire l’accesso all’adozione per le coppie dello stesso sesso“, riporta Yuri Guaiana, inviato all’ONU a presentare il rapporto steso dalle associazioni Certi Diritti, Arcigay, Famiglie Arcobaleno e Centro Risorse LGBTI. “Vedremo se la proposta sarà veramente presentata e

Unioni civili entro l'estate

Unioni Civili, Radicali: “Bene tre decreti, ma molti diritti ancora alla finestra”

“Il Consiglio dei Ministri, con l’approvazione dei tre decreti, ha dato piena effettività alla legge sulle unioni civili e ha portato definitivamente a compimento il primo piccolo passo verso la riforma del Diritto di famiglia per cui, come Radicali, non finiremo di batterci”, ha dichiarato Leonardo Monaco, segretario dell’Associazione Radicale Certi Diritti. “Noi di Certi

pietro grasso

I Radicali scrivono a Grasso: “Basta offese alla dignità delle persone LGBTI nel dibattito in Senato”

L’Associazione Radicale Certi Diritti ha scritto oggi al presidente del Senato Pietro Grasso per chiedergli di prendere posizione contro le offese alla dignità delle persone LGBTI che vengono ripetute in aula durante il dibattito sul ddl Cirinnà. “Non a favore o contro il ddl, non a favore o contro l’omosessualità, ma a favore della nostra

Simbolo #svegliatitalia in favore del ddl sulle unioni civili e la stepchild adoption

Appello ai partiti e ai senatori: “Irricevibile una legge senza stepchild adoption”

In relazione ai retroscena giornalistici sulle scelte interne al PD e alle notizie provenienti dal Movimento 5 Stelle di queste ore, che lasciano presagire la possibilità di una legge sulle unioni civili approvata senza la stepchild adoption, le associazioni lgbt unite ribadiscono che il testo attuale è già un compromesso rispetto alle rivendicazioni del movimento

Simbolo #svegliatitalia in favore del ddl sulle unioni civili e la stepchild adoption

Unioni civili, Cirinnà: “Voto unanime grande risultato di unità”

“La riunione di oggi è stata un passo davvero importante. Il gruppo del Pd ha deciso all’unanimità che il voto a favore delle unioni civili è ormai un punto irrinunciabile. Bene ha fatto il presidente Zanda a sottolineare che il Pd non chiederà il voto segreto perché le sue posizioni sono chiare. Giovedì il Pd

Le foto della manifestazione #svegliatitalia a Savona

Le foto di #svegliatitalia a Savona

Un milione di persone per 100 piazze: è questo il risultato della grande manifestazione #svegliatitalia, organizzata in tutto il Paese ieri 23 gennaio, per dire sì all’approvazione del ddl Cirinnà sulle unioni civili e la stepchild adoption. A Savona, dalle 16.00, decine di persone hanno affollato piazza Sisto IV e preso parte alla mobilitazione organizzata

Le foto di #svegliatitalia a Verona

“Un milione di persone nelle 100 piazze italiane a favore della legge sulle unioni civili. Una giornata storica per questo Paese, una mobilitazione vastissima che si è nutrita del desiderio e dell’entusiasmo di tante e tanti che hanno a cuore il valore dell’uguaglianza”. Così Gabriele Piazzoni, segretario di Arcigay, ha commentato il risultato della manifestazione

Sì, lo voglio video in favore delle unioni civili

Unioni civili: lo spot “Sì, lo voglio”

È sbarcato in rete da poche ore ed è già diventato virale, il video della campagna “Sì, lo voglio” per sostenere l’approvazione del ddl Cirinnà sulle unioni civili e la stepchild adoption. Tra gli artisti e gli sportivi che hanno aderito all’appello anche Luca Argentero, Giorgia, Michela Murgia, Valentina Arrighetti e Lunetta Savino. Perché “Sì, lo

#svegliatitalia: per i diritti e l'uguaglianza

#svegliatitalia: tante piazze per l’uguaglianza

Non una ma tante piazze in tutta Italia per dare forza al traguardo dell’uguaglianza: in vista della discussione al Senato del ddl sulle unioni civili, le associazioni lgbt (Arcigay, ArciLesbica, Agedo, Famiglie Arcobaleno, Mit) si preparano a mettere in campo una mobilitazione capillare nelle principali piazze del Paese. Inoltre, nei giorni caldi della discussione a

Associazione Certi Diritti

Associazione Certi Diritti: lanciato fondo per le cause pilota a favore dei diritti delle persone LGBTI

Si è concluso domenica 8 novembre il IX congresso dell’Associazione Radicale Certi Diritti, tenutosi ad Arezzo dal 6 all’8 novembre. Il congresso è stato introdotto nella giornata di venerdì 6 dal convegno “Generi di prima necessità” – Contro il bullismo sessista, omofobo e transfobico nelle scuole. Il convegno è stato incentrato sulla necessità di continuare

Municipio di Oristano in piazza Eleonora

Oristano istituisce il registro delle unioni civili

Il Consiglio comunale di Oristano ha approvato il 6 agosto, a larga maggioranza, il regolamento che istituisce il registro delle unioni civili e stabilisce le norme che ne disciplinano l’iscrizione. Dopo Bauladu e Mogoro, Oristano è dunque il terzo Comune della provincia a dotarsene, favorendo l’integrazione nel contesto sociale, culturale ed economico e consentendo di accedere

Assemblea legislativa approva per sbaglio unioni gay in Costa Rica

Costa Rica, unioni gay approvate per sbaglio

L’Assemblea Legislativa ha votato all’unanimità una riforma della “Legge dei giovani” che potrebbe aver spianato la strada alle unioni gay in Costa Rica. I conservatori hanno cercato di fermarne l’approvazione, chiedendo che la Presidenta ponesse il veto, ma la legge è stata pubblicata lunedì sulla Gazzetta Ufficiale. Toccherà ai tribunali decidere sulle unioni gay in

La Francia legalizza le nozze gay

Onda Pride, il documento unitario dei gay pride italiani

Da Roma, Bologna, Milano, Torino, Vicenza, Napoli, Cagliari, Barletta, Palermo e Catania: le battaglie per i diritti si combattono per vincerle. Il movimento lgbtqi italiano, dopo oltre trent’anni di lotte, è pronto a rinnovare la propria mobilitazione per riportare al centro del dibattito politico la rivendicazione dei diritti delle persone gay, lesbiche, bisessuali, trans, queer e intersessuali. Scendiamo nelle strade di un Paese immobile,

diritti fondamentali

Risoluzione UE sui Diritti fondamentali

Mercoledì 12 dicembre, il Parlamento Europeo ha approvato – con 308 voti favorevoli, 229 contrari e 48 astensioni – la risoluzione sui diritti fondamentali nell’Unione Europea per il 2010 e 2011. “I paesi UE – è scritto nella relazione – dovrebbero fare di più per garantire il pieno rispetto dei diritti fondamentali, in particolare quelli delle minoranze

Comuni sardi che hanno istituito il registro delle unioni civili e del testamento biologico

Unioni civili e Testamento biologico in Sardegna

Elenco dei Comuni sardi che hanno istituito il Registro delle Unioni civili e del Testamento biologico. (In costante aggiornamento.) Unioni civili 1. Atzara (NU) – 21 gennaio 2006 2. Porto Torres (SS) – 31 gennaio 2007 3. Tortolì (OG) – 18 aprile 2007 4. Tissi (SS) – 10 febbraio 2012 5. Sassari – 5 luglio 2012 6. Banari (SS) – 5

Prima di tutto, il documentario sulle famiglie arcobaleno. In onda domani su Rai3 – Doc3

In onda su Rai3 – Doc3, il 19 settembre alle 23.45, Prima di tutto (o Tutto il resto è nulla) di Marco Simon Puccioni. Prima di tutto (o Tutto il resto è nulla) è un documentario di Marco Simon Puccioni che racconta la storia di una famiglia composta da una coppia di padri gay e i loro due

condividilove

CondividiLove, il matrimonio è un diritto di tutti

CondividiLove: una questione di civiltà, ancor prima che d’amore. CondividiLove è un’iniziativa partita “dal basso” e realizzata da semplici cittadini – di ogni orientamento sessuale – che utilizzando la rete e diffondendo il video nel web, mirano a sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema tanto attuale quanto bistrattato dalla maggior parte dei politici del nostro

Alla vigilia del primo Pride della Sardegna, il Comune di Cagliari dice sì al registro delle Unioni Civili

Dopo il via libera della Commissione Affari Generali (7 giugno) e dopo aver superato l’ultimo esame preliminare con il sì della Commissione Consiliare Statuto (14 giugno), il registro delle Unioni Civili è giunto ieri in Consiglio comunale per l’approvazione definitiva – arrivata dopo due sedute – con 25 voti favorevoli, 10 contrari e 3 astenuti.

Top