Archivio del tag: uaar

Simbolo #svegliatitalia in favore del ddl sulle unioni civili e la stepchild adoption

Appello ai partiti e ai senatori: “Irricevibile una legge senza stepchild adoption”

Appello ai partiti e ai senatori: “Irricevibile una legge senza stepchild adoption”

In relazione ai retroscena giornalistici sulle scelte interne al PD e alle notizie provenienti dal Movimento 5 Stelle di queste ore, che lasciano presagire la possibilità di una legge sulle unioni civili approvata senza la stepchild adoption, le associazioni lgbt unite ribadiscono che il testo attuale è già un compromesso rispetto alle rivendicazioni del movimento

concordato

Concordato: quanto costa allo Stato italiano la Chiesa Cattolica? La petizione dell’UAAR per dire basta ai privilegi del Vaticano

L’11 febbraio 2013, l’UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) ha lanciato una petizione online, rivolta a Deputati e Senatori, per chiedere l’abolizione del Concordato: l’accordo bilaterale tra uno Stato e la Chiesa Cattolica che disciplina l’attività ecclesiastica all’interno dello Stato stesso. In Italia il Concordato venne stipulato nel 1929, nell’ambito dei cosiddetti Patti Lateranensi – sottoscritti da Benito Mussolini con la

voyager

Petizione per fermare Voyager

Qualche giorno fa, l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (UAAR) ha lanciato una raccolta firme indirizzata al Presidente, al Direttore generale della Rai e al Ministro delle Attività Culturali, per fermare la messa in onda di Voyager: il programma di Roberto Giacobbo che va in onda su Rai2 dal maggio del 2003. La lettera, che l’UAAR

fine vita

“You don’t die, you just stop living” – pensieri sul fine vita

La vita, la morte e quel che sta nel mezzo. Qualche tempo fa mi è capitato di vedere un corto tratto dal romanzo Unwind di Neal Shusterman. La storia narrata (assai cruda invero) esula dall’argomento di quest’articolo, tuttavia se siete interessati vi consiglio di dare un’occhiata a Wikipedia o, se non masticate troppo bene l’inglese,

Matrimoni gay? No, diritti dei singoli. La lettera del ministro Fornero, le reazioni di Arcigay e UAAR

«Gentile direttore, a costo di correre il rischio di una excusatio non petita, e dopo alcuni giorni di silenzio, non posso non tornare sulla vicenda delle mie dichiarazioni in occasione della giornata della famiglia, riportate da alcuni giornali – e in particolare, con mio grande rincrescimento, da Avvenire – in modo distorto, e certo poco consono

Top