Archivio del tag: sardegna possibile

Sardegna Possibile in Capo Frasca

Sardegna Possibile: «No a s’ocupatzioni militari de sa Sardigna»

Sardegna Possibile: «No a s’ocupatzioni militari de sa Sardigna»

Sardegna Possibile pigat parti a sa manifestada natzionali contras a s’ocupatzioni militari de su 13 de cabudanni de su 2014, in Capo Frasca, e a s’atra manifestada de pòpulu de su 23 de cabudanni in Lanusè. «A faci de su polìgunu militari de Santu Antoni de Santadi, sàbudu chi benit, ddui at a essi finas

Sardegna Possibile a Capo Frasca contro le servitù militari

Sardegna Possibile: «No all’occupazione militare in Sardegna»

Sardegna Possibile aderisce alla Manifestada natzionale contra a s’ocupatzione militare del 13 settembre 2014 a Capo Frasca e alla mobilitazione popolare del 23 settembre a Lanusei. «Di fronte al poligono militare di S. Antonio di Santadi – si legge in una nota –, sabato prossimo, anche la nostra comunità politica, insieme ai cittadini, le associazioni,

Spoglio e risultati delle elezioni in Sardegna

Lo spoglio e i risultati delle elezioni regionali in Sardegna vinte da Francesco Pigliaru

Solo il 52,23% degli aventi diritto al voto si è recato alle urne, nella giornata di ieri, per eleggere il nuovo Consiglio regionale e il nuovo Governatore dell’isola. Ovvero 773.249 votanti su 1.480.333 iscritti. Un sardo su due non è quindi andato a votare. Dalle 6.30 alle 22.00 – unico turno, senza ballottaggio – era possibile

Risultati Elezioni Regionali Sardegna 2014

Sardegna, elezioni regionali 2014

La Sardegna è chiamata oggi ad eleggere il nuovo Consiglio regionale e il nuovo Governatore dell’isola. Sono sei i candidati alla presidenza: Ugo Cappellacci (centrodestra), Francesco Pigliaru (centrosinistra), Michela Murgia (Sardegna Possibile), Mauro Pili (Unidos), Pier Franco Devias (Fronte Indipendentista Unidu) e Luigi Amedeo Sanna (Movimento Zona Franca). Si vota dalle 6.30 alle 22.00 –

Regionali Sardegna e voto utile

Il “voto utile”. A chi?

La campagna elettorale sarda sta giungendo al termine. Il 16 febbraio, infatti, gli elettori verranno chiamati alle urne per scegliere il nuovo Consiglio regionale e il nuovo Governatore. La sinistra, quella che si riconosce nel candidato Francesco Pigliaru, ha passato – come ormai da prassi consolidata – l’ultimo periodo di campagna elettorale a parlare del famoso

Top