Archivio del tag: petizione online

Biglietto sul bus a Sassari

iRS contro l’Atp di Sassari: «Leonardo Marras smetta di mistificare la realtà e offendere i cittadini»

iRS contro l’Atp di Sassari: «Leonardo Marras smetta di mistificare la realtà e offendere i cittadini»

C’è un abisso tra l’Atp raccontata dal presidente Leonardo Marras e l’Atp reale, quella vissuta dagli utenti. Si apre così la nota stampa con cui il portavoce di iRS, Simone Maulu, pone nuovamente l’accento sulle mancanze e le contraddizioni dell’Azienda Trasporti Pubblici di Sassari. «È da diverso tempo – scrive Maulu – che sui mezzi di informazione

preferenza di genere

Legge statutaria elettorale, Esmeralda Ughi (PD): «garantire l’obiettivo della parità di genere nelle istituzioni politiche»

Legge statutaria elettorale e doppia preferenza di genere: Sardegna come Campania e Veneto? «Mi auguro di essere smentita, ma ho forti perplessità che la nuova legge elettorale venga approvata prima della fine della legislatura. Così come sono scettica per l’approvazione, in particolare, della doppia preferenza di genere, anche in considerazione del fatto che il testo

concordato

Concordato: quanto costa allo Stato italiano la Chiesa Cattolica? La petizione dell’UAAR per dire basta ai privilegi del Vaticano

L’11 febbraio 2013, l’UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) ha lanciato una petizione online, rivolta a Deputati e Senatori, per chiedere l’abolizione del Concordato: l’accordo bilaterale tra uno Stato e la Chiesa Cattolica che disciplina l’attività ecclesiastica all’interno dello Stato stesso. In Italia il Concordato venne stipulato nel 1929, nell’ambito dei cosiddetti Patti Lateranensi – sottoscritti da Benito Mussolini con la

Uganda legge anti gay

Uganda, “Kill The Gays” è ancora ferma in Parlamento

La legge anti gay, sostenuta dalla Presidente del Parlamento ugandese Rebecca Kadaga, non è stata votata a dicembre e la comunità LGBT cerca di approfittarne. In Uganda, il Parlamento è in vacanza fino a febbraio e, per la comunità LGBT, questo è un sollievo. Prima delle vacanze, infatti, la legge “Kill The Gays”, a lungo minacciata (è dal

Mediaset e gli spot ingannevoli, come denunciarli all’Agcm (aggiornamento: spot bloccati)

Segnaliamo la petizione di Giovanna Cosenza, sugli spot ingannevoli del 4.81.82 trasmessi in televisione, invitandovi a firmarla e condividerla. Da luglio le reti Mediaset trasmettono uno spot che invita i telespettatori a rispondere ad alcune domande molto facili, facendo loro credere di partecipare solo a un’estrazione, ma in realtà abbonandoli a un servizio che ha un costo mensile. Chiediamo

Top