Archivio del tag: parlamento

Riforma della Costituzione

Riforma della Costituzione: nuovi costituenti

Riforma della Costituzione: nuovi costituenti

22 dicembre 1947: il giorno che segnò la definitiva rottura con il ventennio fascista, il giorno in cui i sudditi divennero cittadini, il giorno in cui fu approvata la Costituzione della Repubblica italiana. Non una semplice legge, ma la “legge delle leggi”. Una Carta in cui si mescolano le grandi tradizioni che sono rappresentate in Assemblea

riforma della prescrizione

Prescrizione e impunità: perché è necessaria una riforma

Continua a farsi sentire nella nostra penisola il problema dell’impunità, legata a doppio filo all’aumento dei procedimenti giudiziari andati in prescrizione. Tanti, troppi i processi non arrivati a conclusione in Italia: quasi uno su dieci secondo i dati forniti dal Ministero della Giustizia. È così che la stessa prescrizione, baluardo del sistema garantista continentale, si

Proposta di legge sulla legittima difesa

Legittima difesa: proposta di legge al vetriolo

Porta il nome dell’Italia dei Valori (IdV) la proposta di legge di iniziativa popolare che sta trascinando migliaia di italiani verso gli uffici comunali per apporre una firma: “quasi 3500 firmatari al giorno” secondo Ignazio Messina, Segretario nazionale IdV. Una iniziativa che fa gridare al risorgimento del partito ormai sepolto dopo l’uscita di scena del

L'Aula del Senato a Palazzo Madama

Dopo trent’anni la tortura diventa reato anche in Italia

Il reato di tortura diventa finalmente realtà anche nel nostro paese, dopo trent’anni dal 10 dicembre 1984: giorno in cui l’Assemblea generale dell’ONU approvò “La Convenzione contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, disumani o degradanti”, sottoscritta anche dall’Italia e mai ratificata dal Parlamento. Durante la seduta pomeridiana di mercoledì 5 marzo, l’Aula

Giorgio Napolitano

Il discorso integrale del presidente Giorgio Napolitano

Messaggio pronunciato davanti alle Camere, riunite in seduta comune, dal presidente della Repubblica rieletto Giorgio Napolitano. Aula della Camera dei Deputati Signora Presidente, onorevoli deputati, onorevoli senatori, signori delegati delle Regioni, lasciatemi innanzitutto esprimere – insieme con un omaggio che in me viene da molto lontano alle istituzioni che voi rappresentate – la gratitudine che vi debbo

dieci saggi

Giuramento e insediamento del presidente Giorgio Napolitano | diretta streaming

Dalla Camera: giuramento e discorso del presidente della Repubblica. In diretta da Montecitorio, il capo dello Stato Giorgio Napolitano giura fedeltà al Paese e alla Repubblica e pronuncia un discorso davanti alle Camere riunite in seduta comune e con i delegati delle Regioni. Poi si reca al Vittoriano per rendere omaggio al Milite Ignoto –

Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano rieletto presidente della Repubblica

Alle 18.45 circa, dopo sei scrutini e con 738 voti, Giorgio Napolitano è stato ufficialmente proclamato presidente della Repubblica, dalla presidente della Camera Laura Boldrini. Giorgio Napolitano è stato eletto presidente della Repubblica con 738 voti sabato 20 aprile 2013. Il Parlamento si è riunito in seduta comune giovedì 18 aprile 2013, con la partecipazione

Elezione del presidente della Repubblica | diretta

I commenti e gli aggiornamenti in diretta su twitter. #Quirinale [Alle 18.45 circa del 20.04.2013] Giorgio Napolitano è stato ufficialmente proclamato presidente della Repubblica, dalla presidente della Camera Laura Boldrini. È la prima volta nella storia che un presidente viene confermato per un secondo settennato. ______________________________________________________ [20.04.2013] 10.00 – Terza giornata di votazioni e quinto scrutinio in

Madrid, la protesta degli “Indignados” davanti al Parlamento

Ieri, dalle 17.00 fino a tarda notte, migliaia di indignados si sono radunati a Madrid, davanti al Parlamento spagnolo, per protestare contro la politica (ritenuta) antidemocratica del Governo Rajoy, chiedere lo scioglimento delle Camere, riforme e una nuova Costituzione. Le immagini arrivate da Madrid sono quelle che siamo ormai abituati a vedere – ahinoi – nelle grandi

Top