Opinioni

Riforma della Costituzione

Riforma della Costituzione: nuovi costituenti

Riforma della Costituzione: nuovi costituenti

22 dicembre 1947: il giorno che segnò la definitiva rottura con il ventennio fascista, il giorno in cui i sudditi divennero cittadini, il giorno in cui fu approvata la Costituzione della Repubblica italiana. Non una semplice legge, ma la “legge delle leggi”. Una Carta in cui si mescolano le grandi tradizioni che sono rappresentate in Assemblea

riforma della prescrizione

Prescrizione e impunità: perché è necessaria una riforma

Continua a farsi sentire nella nostra penisola il problema dell’impunità, legata a doppio filo all’aumento dei procedimenti giudiziari andati in prescrizione. Tanti, troppi i processi non arrivati a conclusione in Italia: quasi uno su dieci secondo i dati forniti dal Ministero della Giustizia. È così che la stessa prescrizione, baluardo del sistema garantista continentale, si

Referendum trivelle

Referendum Trivelle: perché ho votato e votato “sì”

Parlando con un amico del cosiddetto “Referendum Trivelle”, ci siamo trovati a confrontarci sulle ragioni del voto e dell’astensione. Lui, fautore di quest’ultima, ha espresso un giudizio negativo nei confronti di coloro che hanno votato per il “sì”, definendo “pecorone” chi ha fatto questa scelta. Così, mi è venuta voglia di scrivere questo articolo, per

Legge su omofobia con emendamento Gitti

Sentinelle in piedi: a poli estremi, estremi rimedi

Nelle ultime settimane si è tornati a parlare delle Sentinelle in piedi (domenica erano 500 di troppo a Verona) e delle lotte contro “il gender” e vorrei dire anch’io la mia. Tanto per cominciare, vorrei sottolineare che i movimenti LGBT non vogliono l’esclusiva della piazza e non è per questo che quando le Sentinelle scendono

new-clone-tony-sawicki

Tony Sawicki, variabile e inquieto

Tutti i fan di Orphan Black ne parlano, anche chi guarda Orphan Black occasionalmente ne parla. Tutti parlano di Variable And Full or Perturbation, l’ottava puntata della seconda stagione, e di Tony Sawicki, un personaggio transgender. E questo fatto, di per sé, significa già qualcosa. La gente, fan o meno, discute della rappresentazione LGBT in

Stereotipi sui gay nella giornata mondiale contro l'omofobia

Nuovi unicorni: il gay angelicato

Parafrasando uno dei pezzi più maschilisti nella storia della canzone italiana, potremmo dire che ieri (giornata mondiale contro l’omofobia) la comunità glbt ha deciso di urlare al mondo che sì, siamo così: dolcemente complicati, emozionati, delicati. Forse anche solari e un po’ pazzi, sensibili e mezzi artisti, ma mai e poi mai gente interessata ai

Baby-squillo e legge 194: qual è il vero fenomeno sociale?

Mammana, guarda: un fenomeno sosciàle!

Prendi due notizie recenti: le due adolescenti che si prostituivano ai Parioli e la donna costretta ad abortire da sola nei bagni di un ospedale romano. Considera le reazioni di stampa e opinione pubblica in merito: mesi di editoriali poco lucidi sul “fenomeno sociale delle baby-squillo” e riprovazione e sdegno generali nel primo caso; quarantott’ore

La Sardegna e i contributi regionali ai festival

Di Sardegna, festival e contributi regionali

Ogni giorno arriva all’indirizzo e-mail del blog almeno un comunicato stampa su un festival letterario, musicale (spesso e volentieri jazz), cinematografico. Tanto che se si potesse campare solo di festival, la Sardegna sarebbe probabilmente la regione più ricca d’Italia. Nel 2012, la RAS ha distribuito tra le “proposte progettuali ammesse ai contributi per la promozione della

La Francia legalizza le nozze gay

In Gay we trust

In questa happy gay week, molte cose sono accadute. Per cominciare, la Gran Bretagna l’altra sera ha iniziato l’iter legislativo che, dal 2014, renderà uguali in tutto e per tutto le nozze gay a quelle eterosessuali. E anche in Francia, come saprete, è stato approvato il primo articolo (su 14) della legge “Matrimonio per tutti”

fine vita

“You don’t die, you just stop living” – pensieri sul fine vita

La vita, la morte e quel che sta nel mezzo. Qualche tempo fa mi è capitato di vedere un corto tratto dal romanzo Unwind di Neal Shusterman. La storia narrata (assai cruda invero) esula dall’argomento di quest’articolo, tuttavia se siete interessati vi consiglio di dare un’occhiata a Wikipedia o, se non masticate troppo bene l’inglese,

Tutti i candidati alle elezioni americane 2012

Democratici vs. Repubblicani: tra i due litiganti, il terzo non gode mai

Nella prima puntata della serie televisiva The Newsroom, veniva chiesto al protagonista Will McAvoy perché gli Stati Uniti sono il più grande paese del mondo. Il giornalista, interpretato da Jeff Daniels, rispondeva: “Non c’è assolutamente nulla che provi che siamo il più grande paese del mondo: siamo settimi per tasso di alfabetizzazione, 29esimi in matematica, 22esimi

Giornata Nazionale Fidas

Donare “mi piace”

La III Giornata Nazionale Fidas e l’importanza della donazione. Il rapporto della XV Assemblea provinciale della FIDAS Verona (Federazione Italiana Donatori Associazioni di Sangue) inizia così: Da diverse settimane nella home page del nostro sito web appare questo messaggio: “Anche in un anno particolare come il 2011 le donazioni Fidas Verona sono aumentate. Grazie a

lipari

Lipari e le alluvioni che non fanno notizia

Nubifragio a Lipari, oltre 30 milioni di danni. 15 settembre 2012 – Una pioggia torrenziale si è abbattuta sulle Eolie, causando un nubifragio che ha colpito le isole dell’arcipelago. La più danneggiata è l’isola maggiore, Lipari, dove un fiume di acqua, fango e detriti ha invaso le strade principali provocando allagamenti e distruzione. La prima

Chi ben comincia… Le più belle sigle dei telefilm

Se è vero che un libro non si giudica dalla copertina, potrebbe essere altrettanto vero che un telefilm non si giudica dalla sigla. Del resto, se io avessi giudicato The Newsroom dalla sigla non ne avrei fatto la mia droga estiva (insieme a questo) e adesso non sarei in crisi di astinenza, in attesa della

Ztl, non tutti i cittadini hanno uguali abitudini

Martedì 7 agosto, è stata pubblicata sulla Nuova Sardegna la lettera di una concittadina, la signora Bruna Contini, “rattristata per la situazione in cui si trova il centro della nostra amata città”. Pensiero lodevole e condivisibile, se non fosse accompagnato da deduzioni, per molti aspetti, inquietanti e con picchi di assurdità talmente elevati da far

A ciascuno il suo (eroe)

Quando partecipare è davvero importante. In questi giorni, siamo tutti molto presi dagli avvenimenti sportivi (e non) delle Olimpiadi di Londra ed è quasi tutto molto bello: nelle vittorie dei nostri compatrioti troviamo quello spirito italico che spesso ci manca, nelle imprese immortali di altri atleti ci emozioniamo, nelle conquiste di ognuno di loro ci

federica pellegrini

Cosa succede a Federica Pellegrini quando non vince?

Federica Pellegrini e gli insulti sessisti, dopo la debacle nei 400 e nei 200 metri stile libero alle Olimpiadi di Londra 2012. Non guardare la televisione ha i suoi vantaggi; soprattutto se si pensa che uno sportivo debba limitarsi esclusivamente a svolgere la professione che gli compete, senza improvvisarsi ballerino, attore, opinionista o, peggio, ospite presenzialista

Matrimoni gay? No, diritti dei singoli. La lettera del ministro Fornero, le reazioni di Arcigay e UAAR

«Gentile direttore, a costo di correre il rischio di una excusatio non petita, e dopo alcuni giorni di silenzio, non posso non tornare sulla vicenda delle mie dichiarazioni in occasione della giornata della famiglia, riportate da alcuni giornali – e in particolare, con mio grande rincrescimento, da Avvenire – in modo distorto, e certo poco consono

Top