Idee per arredare negozi e attività commerciali

Arredamento negozio

Chi decide di aprire una nuova attività commerciale, oppure vuole cimentarsi nell’arte dell’accoglienza con un piccolo albergo, vorrà sicuramente lasciare il segno nei suoi clienti. Oltre ai prodotti e ai servizi in vendita, uno dei principali fattori che può contribuire al successo di una nuova attività è senza dubbio l’arredamento.

Dai mobili agli espositori, dagli infissi agli accessori, l’arredo è molto più di un biglietto da visita, per questo va prestata molta attenzione durante la scelta dei vari componenti. Ad esempio in un negozio o in un hotel, un ambiente avvolgente e ospitale farà sicuramente aumentare il desiderio di tornare.

Dove comprare i mobili per un negozio?

Se da un lato molte attività si rivolgono ai grandi magazzini per acquistare un mobile minimal e soprattutto molto economico, dall’altro c’è chi vuole riservare un’attenzione particolare all’arredo della propria attività e preferisce quindi affidarsi a professionisti del settore per una soluzione studiata su misura secondo uno stile ben preciso. Le più grandi aziende di arredamento confermano proprio questa tendenza “chiavi in mano” ovvero: soluzioni ideate da architetti professionisti che si possono personalizzare non solo in misure e colori, ma soprattutto in quei dettagli che fanno la differenza e che lasciano un segno. Non a caso, le falegnamerie più professionali offrono la consulenza di interior designer d’eccellenza e di artisti del vetro, acciaio, ferro e resine acriliche. Quella del “su misura” è da sempre vista come una soluzione riservata ai grandi budget, ma oggi, grazie a nuovi materiali e nuovi macchinari, il costo dei mobili in legno per negozi e locali commerciali è in linea con quello di un mobile industriale. Certamente in alcuni casi il prezzo sarà superiore, ma sarà comunque un pezzo unico, un modello esclusivo, che esprime appieno le caratteristiche richieste.

3 consigli per arredare un negozio o un hotel

1. Il target: prima di buttarsi su colori sgargianti e forme ultramoderne, è meglio pensare alla propria clientela e ai prodotti o servizi da mettere in mostra. Se si sta avviando un negozio di caramelle, quindi per un pubblico più giovane, si può scegliere di giocare con curve e colori brillanti; ma se invece si stanno arredando le camere di un albergo, sarebbe meglio prediligere colori tenui o seguire una linea stilistica in tutte le stanze e spazi comuni.

2. Le luci: spesso il fattore luce è sottovalutato oppure visto solo come oggetto funzionale, ovvero per illuminare il passaggio del cliente. Al contrario invece, lampadari, faretti e percorsi luminosi possono guidare la persona verso determinati espositori oppure evidenziare delle opere d’arte su una parete. Anche in questo settore, con la nuova tecnologia al LED, è possibile realizzare creazioni fantasiose ma allo stesso tempo con un consumo di energia ridotto rispetto ai classici faretti alogeni.

3. La disposizione: soprattutto in un negozio che vende prodotti al dettaglio, la disposizione degli oggetti e l’organizzazione dei reparti è fondamentale. Lo scopo è quello di organizzare un vero e proprio percorso guidato per il cliente, in modo che tutti i prodotti siano facilmente visibili e soprattutto rintracciabili. Non a caso nella maggior parte dei negozi di abbigliamento i reparti vengono divisi per tipologia o per stile, lasciando nella zona casse un piccolo reparto di accessori che, grazie anche ai prezzi molto convenienti, riesce a far acquistare al cliente un prodotto che probabilmente non avrebbe cercato da solo.



Vittoria Casu

Blogger e Caporedattrice TV. {vittoriacasu@citizenpost.it}

Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche