Il mercato del Milan, tra giocatori di prospettiva e incertezze sul futuro di Gattuso

Calciomercato Milan

Nonostante Massimiliano Mirabelli abbia dichiarato chiuso il mercato di gennaio del Milan, le voci circa alcuni interessamenti da parte del club per alcuni giovani talenti del calcio mondiale sono molto insistenti.

Contatti con l’Atalanta per il giovane Melegoni

Stando infatti a quanto riporta il portale online Sportitalia, il Milan avrebbe contattato l’Atalanta per parlare del centrocampista classe 1999 Filippo Melegoni, uno dei prodotti migliori del sempre fruttuoso vivaio bergamasco.

L’operazione però sarebbe prevista in chiusura per giugno, lasciando il giocatore in forza alla Dea per tutta la stagione attuale.

Gonzalo Maroni: giovane trequartista argentino di grande prospettiva

Sempre restando nell’ambito delle giovani promesse, il quotidiano Tuttosport riporta alcuni rumori di mercato tra il Milan e il Boca Juniors circa l’interessamento dei rossoneri per Gonzalo Maroni, anch’egli classe 1999, impegnato attualmente sulla tre quarti campo.

Nell’affare potrebbe rientrare Gustavo Gomez, giocatore rossonero già accostato all’Udinese per l’affare Jankto, ma per il quale il club di via Aldo Rossi avrebbe pensato a una cessione definitiva, in modo tale da creare introiti per le proprie casse.

Jankto al Milan: restano da chiarire i termini dell’accordo

A tal proposito, l’interessamento per il giocatore in forza all’Udinese sembra essere ancora vivo da parte del Milan. Quel che resta da chiarire è la modalità di passaggio del giocatore a Milanello: se infatti il club della famiglia Pozzo sembra essere orientato verso una cessione definitiva, per una cifra superiore ai 20 milioni di euro, il Milan propenderebbe invece per la classica formula del prestito con obbligo di riscatto nella prossima stagione.

L’Udinese inoltre sarebbe interessata al gioiello del centrocampo Locatelli, giovane e di grande prospettiva, ma non è chiaro se il Milan voglia inserirlo o meno nella trattativa.

Ancora ombre circa il futuro di Gattuso al Milan

Resta poi ancora da chiarire la vicenda circa la panchina del Milan: se da un lato Mirabelli avrebbe dichiarato che Gennaro Gattuso rappresenta il presente del club, per il futuro non è un mistero che si siano fatti nomi importanti a livello internazionale.

Primo tra tutti nella lista rossonera è Antonio Conte, attualmente allenatore del Chelsea, per il quale c’erano già stati contatti nel mercato estivo dello scorso anno.

Altro nome caldo è quello di Carlo Ancellotti, che di recente è stato accostato alla guida della nazionale italiana dopo la debàcle delle qualificazioni e il conseguente esonero di Gian Piero Ventura.

«Sul nostro tavolo esiste solo il nome dell’allenatore che abbiamo, vale a dire Rino Gattuso», queste sono le dichiarazioni di Mirabelli rilasciate ai microfoni di Rai GR Parlamento.

Una chiara dimostrazione di fiducia in un allenatore indubbiamente capace di donare carica e grinta ad un organico che, nella precedente gestione Montella, non aveva ben chiara la propria identità. Tuttavia queste parole non hanno rassicurato circa la permanenza futura dell’allenatore calabrese.

Le parole pesanti di Silvio Berlusconi

A rincarare la dose anche le dichiarazioni riportate dall’ANSA del primo tifoso rossonero, Silvio Berlusconi, che avrebbe detto ai microfoni di Radio Capital di soffrire di mal di stomaco nel momento in cui vede giocare il Milan, in quanto il modulo sarebbe inconsueto e sbagliato.

Parole pesanti che non rasserenano di certo Gattuso in un momento così delicato per la sua squadra.

Per saperne di più sulle news di calciomercato del Milan cliccate sul link sottostante:



Tags ,

La redazione del blog. {redazione@citizenpost.it}

Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche