Dare un valore ai propri gioielli e oggetti d’oro: le linee guida

Valutazione gioielli in oro

Dare un valore ben preciso ai propri oggetti d’oro e gioielli è un tipo di attività che non richiede operazioni complesse, ma che possono essere svolte tranquillamente in casa propria prima di recarsi presso un rivenditore autorizzato per far svolgere una quotazione dell’oro attenta e precisa degli stessi articoli preziosi.

La valutazione dell’oro e il controllo con la calamita

Per prima cosa occorre controllare che l’oggetto prezioso in oro sia effettivamente costituito dallo stesso materiale e non da un semplice mix che potrebbe essere realizzato con pochissima parte in oro e con una grande quantità di metallo non prezioso. L’operazione basilare che deve essere svolta per riuscire a capire se il proprio oggetto è prezioso consiste nell’avvicinare una calamita ad un bracciale o ad altri articoli realizzati col medesimo materiale, ovvero con l’oro, e osservare cosa accade. Se il materiale prezioso è effettivamente oro, l’oggetto non verrà attratto dalla calamita: in caso contrario, ovvero se si parla di un oggetto metallico semplicemente placcato, questo articolo verrà attratto dalla calamita. Si tratta di un primo passaggio che permette di capire se quell’oggetto che si reputa prezioso possiede un vero e proprio valore commerciale importante oppure se si tratta di un articolo spacciato come tale ma dal valore molto basso e limitato.

Il peso dell’oro e la sua caratura

Quando si è sicuri del fatto che l’oggetto prezioso sia realizzato con oro al cento per cento, o comunque con una grande percentuale di esso nell’oggetto stesso, si potrà procedere con la seconda fase che consente di dare un valore vero e proprio allo stesso articolo realizzato col materiale prezioso.

Per svolgere questa prima operazione si deve semplicemente andare alla ricerca del marchio di fabbrica e con la caratura stessa. Occorre infatti cercare di prendere in considerazione il fatto che il suddetto articolo prezioso deve essere necessariamente accompagnato da queste due particolari tipologie di informazioni: la caratura permette di scoprire la percentuale d’oro presente nell’articolo prezioso che si esamina. Una caratura pari a 18K rappresenta un oggetto dal valore abbastanza elevato, dato che questo è composto da una grande quantità d’oro e da pochissime parti che vengono definite come materiale di scarto, che serve solo ed esclusivamente per fare peso e per completare la forma di quell’articolo, che potrebbe essere ad esempio un anello.

Una volta che si viene a conoscenza della caratura dello stesso oro, per riuscire ad effettuare una quotazione che possa essere definita come precisa, occorre cercare di pesare l’oggetto considerando due fattori per poter ottenere una valutazione che possa essere corretta al cento per cento.

Il passaggio fondamentale consiste nel rimuovere dal peso complessivo quello che potrebbe essere assunto da eventuali perline, gioielli e altri elementi presenti in quell’oggetto prezioso che non sono composti dal materiale prezioso stesso. Pertanto occorre effettuare una verifica che sia attenta e precisa e che permetta di evitare di compiere degli errori che potrebbero essere tutt’altro che piacevoli da portare al termine, dato che questi faranno variare la valutazione stessa. Svolta tale operazione occorre effettuare un calcolo: dal peso complessivo bisogna ricavare la percentuale di materiale prezioso che compone l’oggetto.
In questo modo si saprà con precisione la quantità di oro presente nello stesso oggetto prezioso.

Per i gioielli, invece, occorre fare affidamento sul certificato nel quale devono essere riportate delle informazioni particolari e importanti, come la tipologia di pietra usata per ricavare quell’oggetto, il suo peso, la raffinatezza e ovviamente occorre anche calcolare un altro dato molto importante, ovvero la provenienza.
Grazie a questo insieme di elementi si potrà riuscire a calcolare approssimativamente il valore preciso dell’oggetto.

Le quotazioni e l’azienda che si occupa di valutare l’oggetto prezioso

Una volta ottenuti tutti i dati che vengono definiti come fondamentali, occorre semplicemente cercare di svolgere un ulteriore calcolo molto semplice: per l’oro bisogna moltiplicare il peso per la sua quotazione attuale.

Il calcolo consente di conoscere il valore commerciale di quel determinato oggetto in oro: lo stesso vale per quanto riguarda invece i vari gioielli che possono essere presenti in orecchini, anelli e bracciali.

Ovviamente, per poter dare un valore preciso, perfetto e ufficiale, la soluzione ideale consiste nel recarsi presso una rivendita che svolge l’attività di compro oro in maniera attenta e precisa oppure rivolgersi al sito http://oroediamanti.it, punto di riferimento per le quotazioni degli oggetti di oro e diamanti.

Sarà dunque importante cercare di rivolgersi ad aziende che sono professionali e che vengono composte da addetti che operano in maniera altamente precisa, come accade con l’impresa di Oroediamanti.it. L’azienda sfrutta infatti degli strumenti professionali al massimo, che consentono di ottenere un dato preciso per quanto riguarda il valore; dal momento che, mediante l’analisi dell’oggetto prezioso, si potrà essere in grado di conoscere ogni genere di dettaglio sull’oggetto prezioso in questione, senza alcuna imprecisione che potrebbe rendere tale valutazione non corretta.



Tags

Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top