Nasce a Nuoro l’Osservatorio Cybercrime Sardegna

Osservatorio Cybercrime Sardegna a Nuoro

È stato presentato mercoledì mattina, presso la sala conferenze del Presidio Ospedaliero San Francesco di Nuoro, l’Osservatorio Cybercrime Sardegna.
Promosso da un partenariato pubblico-privato, l’Osservatorio Cybercrime è costituito dalla rete di Genitori Digitali e dai team di docenti, genitori e studenti dei Comitati Digitali Scolastici che operano nelle scuole secondarie della Sardegna.
La cabina di regia dell’Osservatorio è affidata all’equipe degli specialisti IFOS (Istituto di Formazione Sardo) Master in Criminologia, CGM (Centro per la Giustizia Minorile) Sardegna – Ministero della Giustizia, ASSL Nuoro-ATS Sardegna, Cooperativa Nuovi Scenari Nuoro.

L’Osservatorio Cybercrime ha il compito di prevenire e contrastare tutte le forme di trasgressione che si possono manifestare sul web come la navigazione online a rischio, il cyberbullismo, il sexting e l’adescamento online. Riceve segnalazioni, fornisce indicazioni psicologiche, pedagogiche e giuridiche, lavora per risolvere le problematiche presenti sul web (mediazione coline, interventi educativi nei contesti scolastici, collaborazione con la Polizia Postale e delle Comunicazioni e con i gestori dei principali social network).

Offre, inoltre, consulenza (a studenti e genitori) per inoltrare al Garante della Privacy e ai gestori dei siti internet l’istanza per la rimozione di contenuti offensivi presenti sul web. L’equipe degli specialisti (IFOS, CGM Sardegna, Ministero della Giustizia, ASSL Nuoro-ATS Sardegna, Cooperativa Nuovi Scenari Nuoro) offre a studenti, genitori, docenti e operatori socio sanitari consulenza specialistica gratuita nei casi di insulti, offese, diffamazioni, cyberbullismo, sexting, revenge porn, sex extortion, adescamento online, diffusione illecita di dati personali e sensibili e altre gravi problematiche online. Se richiesto è accettato l’anonimato.

L’Osservatorio Cybercrime Sardegna offre un servizio gratuito rivolto a:

  • studenti che, avendo subito direttamente o indirettamente prevaricazioni sul web, hanno bisogno di ricevere supporto. È possibile segnalare mantenendo l’anonimato;
  • genitori, docenti, educatori e operatori socio sanitari che chiedono pareri e/o sostegno tecnico per gestire le condotte online a rischio dei giovani.

Strumenti dell’Osservatorio Cybercrime

  • Comitati Digitali Scolastici: un team di studenti, genitori e docenti, formato per prevenire/contrastare nelle scuole secondarie la devianza online, che progetta e realizza azioni educative.
  • Genitori Digitali: una rete regionale di adulti che controlla i contenuti (post, foto, video, commenti, taq, like) dei social network adoperati dai giovani per rilevare eventuali comportamenti online a rischio.


Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top