Tosse secca e tosse grassa: come riconoscerle e curarle

Tosse secca e grassa

La tosse è un riflesso naturale, come lo starnuto o la deglutizione; non è una malattia ma è un sintomo di infezione o infiammazione molto fastidioso e debilitante che può influire negativamente sulle proprie attività quotidiane.

Le cause della tosse possono essere molteplici, tra le principali si possono senz’altro trovare le infezioni dell’apparato respiratorio causate da batteri o virus, come quelli del raffreddore; ma a volte può essere causata da corpi estranei, da sostanze irritanti come il fumo, da un’infiammazione dovuta a un’allergia o da alcune malattie specifiche come l’asma, la tubercolosi, l’insufficienza cardiaca e neoplasie faringolaringee e broncopolmonari.

Esistono due diversi tipi di tosse: la tosse secca e quella grassa e, come spiega NeoBorocillina, quella secca si manifesta in assenza di catarro ed è solitamente causata da un’irritazione delle mucose, mentre quella grassa, detta anche produttiva, spesso si verifica in seguito a una tosse secca e ha lo scopo di rimuovere il muco dalle vie respiratorie.

Tosse grassa e tosse secca: le cure

Prima di procedere con le cure è sempre opportuno osservare l’andamento della tosse, per capire se tende a migliorare o se diventa sempre più insistente; i farmaci inoltre vanno utilizzati correttamente poiché ogni tipo di tosse ha una sua cura. Quelli sedativi sono adatti a calmare la tosse secca, mentre i mucolitici si utilizzano in caso di tosse grassa, quindi con catarro, perché tendono a renderlo più fluido e ne favoriscono l’eliminazione. Questi tipi di farmaci possono essere assunti in normale sciroppo o anche attraverso l’aerosol, in questo modo il farmaco raggiunge con facilità le piccole vie aeree e le ripulisce.

Una raccomandazione utile per calmare la tosse è indubbiamente bere molto, sia perché le secrezioni respiratorie sono ricche di liquidi, sia perché una buona idratazione rende il catarro più fluido e ne favorisce l’espulsione; anche mantenere l’ambiente riscaldato con un buon grado di umidità compreso tra il 50 e il 60% favorisce il miglioramento della tosse.

Nel caso in cui i sintomi della tosse non dovessero migliorare, e dovessero manifestarsi ulteriori problemi di salute come difficoltà respiratorie, rigonfiamento delle vene del collo, cambiamento di colorito della pelle o comparire sintomi febbrili, sarà opportuno consultare il proprio medico.



Tags

Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top