Riparte a Mandas il Festival Internazionale della Letteratura di viaggio ‘D. H. Lawrence’

Il Trenino Verde della Sardegna

Un lungo weekend denso di appuntamenti, tra presentazioni di libri, musica, poesia, letture, racconti, escursioni e degustazioni locali. Dal 6 all’8 ottobre il viaggio di tre giorni in Sardegna sulle tracce di David Herbert Lawrence, lo scrittore britannico, poeta, drammaturgo, saggista e autore del libro Sea and Sardinia riparte come sempre dal suggestivo centro storico di Mandas, e nel compendio culturale San Francesco e Sant’Antonio, per la decima edizione del “Festival Internazionale della Letteratura di viaggio D. H. Lawrence”. Un itinerario che ripercorre attraverso la letteratura e l’arte nelle sue varie declinazioni le avanguardie del turismo sostenibile e di utenti colti, curiosi, informati che possono rappresentare la vera ricchezza per il rilancio dei territori altrimenti ai margini dei grandi flussi.

Un programma fitto di appuntamenti dalla mattina alla sera che mette in relazione le diverse arti con le potenzialità del territorio (cibo, ambiente, tradizioni popolari e antropologiche, ricchezza linguistica e artigianale) per raccontare e scoprire una Sardegna inedita ai turisti consapevoli, con quello sguardo appassionato e curioso di Lawrence, viaggiatore moderno, narratore critico ma incantato di un’isola che prima di lui nessuno immaginava come meta di un nascente turismo.

Si parte venerdì alle 11.00 con l’incontro degli autori della giornata con le scuole per proseguire con le varie presentazioni dei libri nel corso della serata; sabato alle 10.30 a Monserrato si terrà la conferenza stampa nei locali del Museo delle Ferrovie della Sardegna in occasione della attribuzione del Premio Lawrence 2017 e alle 16.00 a Mandas sarà inaugurata la mostra “Trenino verde in miniatura”. Seguirà alle 18.15 la presentazione a cura di Mauro Pala del libro È Gramsci ragazzi di Massimo Lunardelli, Blu Edizioni. La giornata di domenica si aprirà alle 11.00 con la premiazione del Concorso Scolastico sul tema “La letteratura di viaggio”.

Un festival dedicato alle produzioni letterarie della Sardegna e una bella occasione per incontrare alcuni degli scrittori del territorio isolano che si confrontano con l’opera “Mare e Sardegna”, ripercorrendone e attualizzandone, ognuno con la propria sensibilità, le varie tappe: dal viaggio affascinante (sabato ore 19.00), con la partecipazione straordinaria dell’autore Sergio Frau, verso la Sardegna Isola Sacra e centro del mondo narrata nel suo nuovo libro Omphalos (Edizioni Nur Neon), al mondo antico dell’opera di Francesco Casula (venerdì alle 18.00) I viaggiatori italiani e stranieri in Sardegna (Alfa Editrice). E poi il viaggio oscuro (domenica alle 18.00) nella seconda metà del ‘700 di Son luce e ombra di Eliano Cau (Condaghes) ambientato per le vie mute del Barigadu e del Mandrolisai tra mille anime in pena; e ancora, il ritorno, con Back to Sardinia (venerdì alle 20:00) di Rossana Copez e Giovanni Follesa (Edizioni Condaghes) che cent’anni dopo chiama nove autori sardi a percorrere quello stesso itinerario seguito da D.H. Lawrence.

Per restituire sul grande schermo quella poesia e quello sguardo attento e sensibile al fascino della natura dello scrittore dei primi del Novecento, sarà proiettato sabato alle 21.00 il documentario 6 Desires del regista inglese Mark Cousins: un’opera che indaga sui desideri dell’artista nato nel Nottinghamshire nel 1885, ricordando quel celebre viaggio in cui sono ancora vivi l’anima e il respiro di quell’isola incantevole e selvaggia del 1921 che Lawrence raccontò per primo. E poi il viaggio tra le nazioni senza Stato d’Europa e d’Italia nel libro Giampiero Marras Meloni. Identikit di un patriota sardo (Alfa Editrice) di Costanzo Anacleto Bàrmina (domenica ore 11.30).

Tra parole, poesia e musica si chiude il festival domenica alle 21.30 con l’artista emergente algherese Davide Casu che con il suo concerto, sul palco insieme a tre grandi musicisti tra i più stimati della scena jazz nazionale e regionale quali Marcello Peghin (chitarra), Salvatore Maltana (contrabbasso) e Gianrico Manca (batteria), e le sue poesie raccolte nel volume “Poetica”, disegna rotte e itinerari mentali arricchiti dall’uso delle lingue sardo, catalano, italiano, facendosi apprezzare con crescente successo nei palchi sardi e non solo. Un fitto intrecciarsi di incontri, scambi e contaminazioni tra cultura, turismo, buon cibo e immersione in una genuina identità sarda.

Tutti gli appuntamenti del 10° Festival Internazionale della Letteratura di Viaggio D.H. Lawrence sono gratuiti. Gli eventi si svolgeranno all’interno del compendio culturale San Francesco e Sant’Antonio e nel centro storico del comune di Mandas (CI).




Potrebbero interessarti anche

Top