Quello che accade durante le prime ore di vita del bambino

Fase post parto

La nascita di un bambino è un evento pieno di gioia e i neogenitori sono spesso talmente travolti dalle emozioni e dagli eventi da non avere la possibilità di seguire i primi passaggi della vita del loro piccolo appena nato. I bambini infatti, nel momento in cui nascono in un ospedale, vengono sottoposti ad un protocollo che, anche se potrà variare a seconda del nosocomio, sarà simile per ogni neonato. Per arrivare preparati proprio alla fase post-parto sarà possibile seguire i passaggi qui descritti, che indicano in linea di massima ciò che accade durante le prime ore di vita del bimbo.

Il parto e l’incontro con i genitori

Il bimbo appena nato non verrà immediatamente portato in uno dei letti della nursery presente nei reparti maternità. Infatti, tranne nei casi di complicazioni, il bimbo verrà posto a contatto con la pelle della mamma mentre i medici si occuperanno del taglio del cordone ombelicale. In questo modo, il piccolo potrà avere il conforto necessario e la neomamma potrà ammirare il suo miracolo tra le braccia, creando l’imprinting tra i due.

Subito dopo il neonato verrà lavato e pesato, operazione alla quale spesso potrà partecipare anche il papà (sempre a seconda delle regole del reparto ospedaliero in questione) per poi passare al medico neonatologo per una prima visita che consentirà anche di stabilire l’indice di Apgar. Dopo i test il bimbo verrà vestito e gli verrà apposto il famoso braccialetto, che conterrà i suoi dati e quelli della mamma. Sarà in questo momento che l’altro genitore potrà prendere finalmente in braccio il bambino prima che questo venga portato dalla mamma, la quale potrebbe essere ancora impegnata nell’espulsione della placenta, sempre con l’assistenza dei medici.

La fase successiva al parto

Nelle ore successive al parto il piccolo potrà essere portato in uno dei letti della nursery, mentre la mamma verrà assistita, soprattutto nel caso di cesareo oppure qualora si sia resa necessaria l’episiotomia per aiutare la donna durante il parto naturale. Molte neomamme che abbiano partorito con il cesareo potrebbero non dover più attendere ore ed ore prima di poter vedere il proprio bimbo: infatti, una società australiana ha realizzato i primi letti per mamme e bambini che consentono di tenere il piccolo accanto senza doversi alzare, grazie ad un’apposita “prolunga” integrata nel letto più grande.

In seguito sarà possibile per la neomamma nutrire il bimbo, che le verrà portato quando si sentirà finalmente in grado di allattare. Anche il papà potrà essere presente a questa operazione e spesso le ostetriche aiuteranno entrambi i genitori a capire come dare da mangiare al proprio piccolo.

Potranno essere necessari ulteriori controlli a circa tre ore dal parto, che non dovranno destare preoccupazioni, questi sono un’operazione di routine e serviranno sempre per monitorare la mamma e il piccolo. Dopo qualche ora, anche amici e parenti potranno vedere il neonato e i genitori, e potranno iniziare a porre le loro congratulazioni per il lieto evento. Queste procedure sono in genere seguite in tutti i casi di parto in ospedale, con alcune eccezioni qualora si presentino complicazioni oppure il bambino abbia bisogno di qualche controllo in più, magari semplicemente a causa di un parto più difficile.



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top