Le migliori escursioni nell’entroterra di Riccione e dintorni

Madonna del mare Riccione

Sole, mare e discoteche, ma anche molto altro: se Riccione resta tutt’oggi una delle località balneari più amate dai giovani (specie grazie alla presenza di locali storici come Pascià e Cocoricò), a pochi chilometri dal centro, nel sorprendente entroterra romagnolo, le possibilità di vivere un turismo diverso sono moltissime, anche se non sempre note ai più. Un aspetto che, per chi alle luci forti delle piste preferisce il silenzio e la tranquillità, può essere positivo: in queste poche righe vi porteremo alla scoperta di alcune delle più interessanti escursioni che è possibile compiere nei dintorni della città romagnola.

Chi ama le architetture e le atmosfere medievali non resterà deluso. Lasciate la spiaggia in direzione Pesaro e in circa quindici minuti arriverete nel piccolo borgo di Gradara, sede dell’omonimo Castello, il cui passato turbolento è testimoniato dalla grande estensione delle sue cinte murarie. La fortezza è famosa per aver fatto da sfondo alla tragica relazione tra Paolo e Francesca, narrata da Dante; il biglietto intero costa 6€, ma sono molte le riduzioni e le esenzioni. Meno frequentata ma altrettanto affascinante è invece la Rocca di Montefiore Conca, cittadina sita a pochi minuti dal confine con le Marche; un tempo era di proprietà dei Malatesta, una potente famiglia nobiliare che dominò su queste terre per circa duecento anni a partire dalla fine del secolo XIII.

Anche il comune di Mondaino presenta un castello malatestiano, ma indubbiamente gli appassionati del periodo troveranno maggiore soddisfazione da una gita a San Marino, la minuscola Repubblica che si mostra, nel suo centro storico, come un meraviglioso borgo medievale: tutt’oggi sono osservabili tre Torri fortificate (La Rocca, La Cesta e Il Montale) costruite proprio per la difesa dagli attacchi dei Malatesta. Per chi alla storia preferisce la speleologia, è invece d’obbligo una gita alle grotte di Onferno, ospitate all’interno dell’omonima Riserva Naturale Orientata: sono in gran parte visitabili, ma attenzione alle nutrite colonie di pipistrelli (si contano oltre 6.000 esemplari) che ci abitano dentro.

Restando in tema di bellezze naturali, restano da citare almeno altre due località davvero interessanti: il Parco del Marano, sempre in zona San Marino, ottimo per i pic-nic e le escursioni a cavallo, e il Parco Sasso Simone e Simoncello. Quest’ultimo si trova a circa 50 chilometri di distanza da Riccione, ma è davvero affascinante, esteso e denso di rilievi che è possibile percorrere con numerosi percorsi escursionistici. Dedicategli una giornata, magari fermandovi per la notte in uno dei deliziosi alberghetti della zona: siti come Expedia vi potranno assistere nella ricerca di quello più adatto a voi. E di mattina, fate ritorno al mare: dopo tutte queste gite, avete davvero diritto a un po’ di riposo.




Potrebbero interessarti anche

Top