Reddito di inclusione sociale: a settembre la graduatoria del Comune di Sassari

Reddito di inclusione sociale

Ai primi di settembre sarà pubblicata la graduatoria dei beneficiari del Reis (Reddito di Inclusione Sociale, la misura di intervento introdotta dalla Regione Sardegna per garantire un sostegno alle famiglie che vivono una situazione di difficoltà economica) e si potrà procedere al versamento della prima mensilità del sussidio. Nel frattempo sarà comunicato agli uffici regionali il fabbisogno rilevato; il numero di domande ricevute è stato molto elevato: tra il 14 giugno e il 14 luglio, sono arrivate al settore Coesione sociale e Pari Opportunità del Comune di Sassari più di 1850 istanze, relative alle priorità 1, 2 e 3 previste dalla normativa regionale. Per questo l’assessorato alle Politiche sociali confida nell’assegnazione di ulteriori risorse ancora da distribuire, che consentirebbero di rispondere a un maggior numero di famiglie rispetto a quanto attualmente disponibile.

In questi giorni gli uffici stanno inserendo le domande in un apposito data-base informatico, sulla base del quale sarà possibile ordinare le istanze, secondo le priorità e i criteri di precedenza prefissati. Si tratta di una fase complessa, sia per l’elevatissimo numero di domande, sia per i continui e necessari incontri e scambi di informazioni con altri enti e uffici, per verificare il possesso delle condizioni dichiarate.

La Regione Sardegna ha stabilito di dare priorità ai nuclei che hanno i requisiti previsti per l’analogo strumento nazionale del Sia (sia per i già beneficiari, destinatari di un’integrazione rispetto al beneficio già erogato, sia per coloro che, pur in possesso dei requisiti previsti dal Sia, non hanno ottenuto il punteggio minimo necessario per rientrare nella misura). Questo rende necessario esaminare caso per caso la situazione nel sistema informativo dell’Inps, ente incaricato della gestione del Sia.




Potrebbero interessarti anche

Top