Il Parlamento europeo ha approvato la legge sulla portabilità degli abbonamenti streaming

Legge su portabilità abbonamenti streaming

È arrivata la notizia che un po’ tutti gli utenti di internet attendevano. Il Parlamento europeo ha infatti approvato pochi giorni fa la legge sulla portabilità degli abbonamenti streaming, che permetterà ai cittadini dell’Unione Europa di sfruttare i propri abbonamenti a pagamento anche al di fuori del proprio paese d’origine. Gli utenti, quindi, potranno finalmente gustarsi i migliori film di Netflix o ascoltare le proprie playlist preferite su Spotify anche durante i viaggi al di là della penisola italiana.

Jean-Marie Cavada, membro del Parlamento europeo, ha affermato alla fine della votazione che “i cittadini europei attendevano queste nuove norme, che rappresentano un passo avanti verso un mercato digitale comune. Queste nuove norme aumentano la mobilità e garantiscono la portabilità agli utenti dei contenuti online europei, senza pregiudicare il diritto d’autore”.


LEGGI ANCHE: L’internet streaming: cos’è e come funziona


Bisogna dire che gli utenti non avranno comunque la possibilità di osservare con i propri account i cataloghi disponibili negli altri paesi. Un cittadino italiano all’estero continuerà a vedere il proprio catalogo cinematografico o musicale come se fosse in Italia, senza poter osservare i contenuti accessibili nel paese in cui si trova in quel dato momento.

Naturalmente ci saranno anche delle limitazioni. I servizi avranno il compito di controllare che il soggetto sia realmente all’estero per un periodo medio-breve e che non si sia trasferito a vivere fuori dall’Italia. Inoltre non ci sarà, ovviamente, la possibilità di acquistare un abbonamento all’estero per poi utilizzarlo in Italia, dato che non tutti i contenuti sono fruibili allo stesso modo dai diversi cittadini europei. Questo quanto detto anche da MK3000. La legge dovrà presto passare dall’approvazione del Consiglio dei Ministri dell’Unione Europea, e gli stati avranno nove mesi per accettare e fare entrare in vigore le nuove regole. Si ha ormai la certezza, quindi, che entro un paio di mesi ciò che tutti gli utenti aspettavano con trepidazione diverrà realtà.



Potrebbero interessarti anche

Top