Arriva in Sardegna ‘Viaggio Italia’: l’avventura in carrozzina di Danilo e Luca

Viaggio Italia in Sardegna

Arriva in Sardegna Viaggio Italia, la sfida di Danilo Ragona e Luca Paiardi che da tre anni percorrono il nostro Paese con le loro carrozzine, tra incontri e avventure, sport e risate per raccontare la loro storia e portare un messaggio di speranza e solidarietà. Perché Danilo e Luca da quasi 20 anni, a causa di un incidente, vivono seduti su una carrozzina e il loro viaggio, ironico, divertente, a tratti avventuroso, ci racconta il mondo dal loro punto di vista. Da tre anni viaggiano insieme unendo sport, amicizia, musica, turismo, avventure e relax.

Quest’anno Viaggio Italia è un progetto ancora più grande, più lungo e più ambizioso; è strutturato come un viaggio a tappe, da aprile a dicembre, e diversamente dagli altri anni, Danilo e Luca questa volta usciranno dall’Italia per portare la loro voglia di vivere anche in Spagna e verso altre destinazioni europee.

Ci sono due cose che in ogni tappa non mancheranno mai: lo sport e la visita nelle unità spinali. Lo sport è fondamentale per i due amici: è stato uno strumento di riabilitazione dopo l’incidente e oggi è il loro modo di raccontarsi. Le unità spinali perché sono il posto dove chi ha avuto un incidente, come Danilo e Luca, inizia a capire come riprendere a vivere. È proprio per questo che i due ragazzi hanno scelto come prima tappa in Sardegna proprio l’unità spinale dell’Ospedale Marino di Cagliari per incontrare i pazienti e portar loro un messaggio semplice, fatto di esempi e testimonianza, per dimostrare, in prima persona, quello che è diventato il motto di Danilo e Luca: “La disabilità non è un ostacolo ad una vita vissuta pienamente. È solo un altro punto di vista.”

Viaggio Italia è anche un viaggio di solidarietà, il pretesto per raccogliere fondi importanti. Durante la scorsa edizione i ragazzi avevano lanciato una raccolta fondi sulla piattaforma lastminuteheroes.org per acquistare uno speciale furgone per Danilo Neri, un amico rimasto tetraplegico all’età di 17 anni. Grazie all’aiuto di tutti l’obiettivo è stato raggiunto e ora Danilo Neri può ricominciare a viaggiare, diventando anche protagonista di una tappa del nuovo viaggio, quella in programma a luglio a Sestriere, per fare downhill con i due amici di sempre. Anche quest’anno l’anima di Viaggio Italia è fatta di beneficienza, il nuovo progetto è in via di definizione e sarà online da giugno.

Quest’anno, per partecipare in modo ancora più capillare e diretto, Danilo e Luca, con il sostegno di diversi altri partner, hanno fondato B-Free, associazione no profit con lo scopo di sostenere, promuovere e sviluppare progetti sull’accessibilità e l’eliminazione delle barriere architettoniche.



Potrebbero interessarti anche

Top