Documenti necessari per gli investitori che finanziano le aziende

Documenti necessari investimento aziende

Oggi vogliamo parlarvi di investimento, termine con il quale ci si riferisce all’attività finanziaria di un soggetto economico, detto investitore, volta all’incremento di beni capitali e all’acquisizione o creazione di nuove risorse da poter utilizzare nel processo produttivo al fine ultimo di ottenere un maggior profitto futuro o incrementare la propria soddisfazione personale. L’investimento, dunque, prevede l’impiego di un capitale iniziale per raggiungere quelli che sono gli obiettivi finali, capitale che può derivare anche da risparmi ottenuti nel corso del tempo o da richieste di finanziamento presso istituti di credito quali le banche, o agenzie di credito ovvero finanziarie o ancora privati.


LEGGI ANCHE: Nuova spinta all’economia grazie all’e-commerce


Nel campo delle imprese private o comunque appartenenti al settore pubblico, un investimento risulta determinante dal punto di vista economico, in quanto permette di acquistare o produrre in “economia”, per riprendere un termine aziendale, beni capitali materiali, come ad esempio i beni materiali ed immateriali, gli impianti volti alla produzione di beni e servizi, macchinari, capannoni o stabili, campagne pubblicitarie utili per la sponsorizzazione dell’impresa stessa, risorse da poter utilizzare nel processo produttivo come materie prime e prodotti finiti. Come abbiamo avuto modo di anticipare, le imprese possono essere finanziate da istituti di credito, quali banche, ma a partire dal 2012 il Governo italiano ha introdotto una serie di riforme piuttosto incisive volte a facilitare l’accesso al credito da parte delle imprese e, nello specifico, si tratterrebbe di una nuova politica sviluppata da questi interventi consistenti nell’allargamento del mercato del credito attraverso l’ingresso di nuovi soggetti ai quali viene attribuita la possibilità di erogare dei finanziamenti.


LEGGI ANCHE: Come vendere ai big buyers della Grande Distribuzione


Le imprese che hanno necessità di investimenti, e dunque sono alla ricerca di investitori, possono rivolgersi alla piattaforma iosonobanca, che per chi non lo conoscesse è uno strumento studiato sia per le aziende che, appunto, hanno bisogno di investitori, sia per gli investitori che cercano un nuovo modo i far fruttare i propri risparmi. Con questa piattaforma Io sono Banca, sia gli investitori che le imprese potranno trovare la soluzione ai loro problemi, minimizzando i rischi ai quali spesso si va incontro in queste operazioni. A tal riguardo, gli investitori, per poter avviare un’operazione di investimento, dovranno presentare una documentazione specifica in modo che le aziende possano, sulla base della stessa, avere una fonte di certezza su chi le finanzia. Ecco nello specifico la documentazione che l’investitore dovrà presentare: – documenti anagrafici; – dichiarazione dei redditi degli ultimi 2 anni; – certificato dei carichi pendenti; – casellario giudiziale. Qualora l’investitore risulta essere un’azienda, in questo caso bisognerà presentare la documentazione personale relativa all’amministratore o ai soci illimitatamente responsabili e quella reddituale della società e dei soci illimitatamente responsabili.




Potrebbero interessarti anche

Top