Digital audience in Italia: sfondato il muro dei 30 milioni

Dati digital audience Italia

Pubblicati i dati di Audioweb sull’audience digitale nel nostro Paese nel 2016. L’ultima rilevazione è quella relativa al mese di dicembre, il primo nella storia in cui gli italiani connessi sono stati più di 30 milioni. Molti gli spunti di interesse dello studio: nel corso dell’anno la connessione è stata disponibile per 42,6 milioni di persone con l’88,7% del campione analizzato che ha dichiarato di accedere alla rete da varie postazioni. In crescita i numeri del settore mobile che ha registrato un +11,5% rispetto al 2015 ed è arrivato a superare il dato delle connessioni da postazione fissa.

Numeri importanti per quanto riguarda il nostro Paese che sta pian piano colmando il gap con gli altri Stati dell’Unione Europea: la media per il 2016 è stata di 29 milioni di utenti unici mensili e di 22 milioni al giorno. Numeri che crescono soprattutto per l’aumento delle connessioni quotidiane da mobile, cresciute dell’8,1%.


LEGGI ANCHE: ​Come diventare famosi su YouTube


Proprio le connessioni da smartphone e tablet hanno registrato lo storico sorpasso su quelle da pc fisso: 36,4 milioni di utenti si sono collegati con questi dispositivi a fronte dei 35,4 milioni che continuano a preferire le postazioni casalinghe per navigare. Connessioni mobile in aumento sia nei numeri di accesso (19 milioni di collegamenti unici giornalieri) che nella durata con ogni sessione online: +11 minuti di navigazione al giorno media.

Gli ultimi dati: dicembre 2016

30,6 milioni di utenti unici nell’ultimo mese dell’anno da poco terminato. Una soglia superata per la prima volta e che sta ad indicare come il 55,6% della popolazione italiana si sia connessa almeno una volta ad Internet passando in rete, complessivamente, 52 ore e 37 minuti. Per quanto riguarda il dato giornaliero medio, la total digital audience ha toccato quota 23,1 milioni di persone, collegate per 2,15 ore ciascuna. Di questi 30 milioni, 20 hanno effettuato l’accesso alla rete tramite dispositivi mobile e 10 da postazioni fisse. Per quanto riguarda la media giornaliera, infine, nel mese di dicembre hanno navigato esclusivamente da smartphone e tablet 12,8 milioni di utenti.

Interessanti anche i dati delle principali categorie di siti visitati. Se i cosiddetti “search” – motori di ricerca e affini – rappresentano la destinazione preferita di più del 90% degli utenti online, aumenta il tempo dedicato ai portali generalisti e, soprattutto, ai social network, arrivati a toccare l’85,8% delle preferenze.

Crescono, rispetto al 2015, i numeri di alcune tipologie di siti dedicati all’intrattenimento e al gaming online a cui si accede tramite dispositivi mobile. Tra questi è stato rilevato un incremento del 14% per l’audience della categoria Video/Movies (Youtube, ma anche piattaforme emergenti come Twitch) e dell’11,6% per i siti dedicati all’e-commerce.

Continua ad aumentare, inoltre, il tempo dedicato al gioco online da dispositivi mobile, arrivato a rappresentare l’82,7% di quello trascorso in rete a fronte del 17,3% passato davanti al Pc. E questo grazie al lavoro costante di numerosi brand di gioco online. Tra questi Blizzard, presente su mobile con titoli storici come Blackthorne e Queen’s Quest, e naturalmente con il titolo del momento, Hearthstone. Nel mondo del gaming online, è PokerStars Casino ad aver più recentemente ampliato la sua offerta di giochi di casino anche su mobile, con un’app per Andropid e iOS, allargando così la suite di applicazioni che già comprendeva app per il poker online. Non dimentichiamo, infine, che anche Nintendo – pronta a lanciare Switch, prima console ibrida nella storia ad essere pensata per unire gaming mobile e gaming da postazioni fisse – sta puntando tutto sul gioco mobile, dopo il successo di titoli come Super Mario Run e Pokemon Go.


LEGGI ANCHE: Gambling, i giochi online più popolari in Italia


Se aumenta il tempo trascorso a giocare tramite mobile, proprio grazie alla forza di compagnie in grado di fornire quotidianamente nuovi titoli e nuove app, restano pressoché stabili i dati per i siti “Current events & global news”, in crescita di un misero 1,7%, che si confermano come categoria la cui fruizione principale arriva da postazioni fisse.

Dati demografici e categorie di utenti

Audiweb ha reso disponibili anche i dati demografici relativi all’accesso ad internet in Italia. Trascorrono il proprio tempo online circa 3 giovani su 5 (il 61,5% dei 18-24enni e il 62,2% dei 25-34enni); se questo è un dato quasi scontato, non lo è quello delle fasce “più adulte” in cui si registrano numeri in aumento, soprattutto per quelle comprese tra i 35 e i 54 anni (59,5% di connessioni giornalieri) e quelle che vanno dai 55 ai 74 anni (31,7%).

Aumenta il tempo trascorso dalle donne su Internet, arrivato a 2 ore e 25 minuti al giorno (22 minuti in più rispetto al 2015); lo stesso tempo passato online dalla fascia 18-34 anni. In crescita anche la durata delle sessioni degli ultracinquantenni che hanno dedicato 25 minuti in più alla rete arrivando a sfiorare le due ore (1,56 minuti) nel giorno medio.



Tags ,

Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top