I vari passaggi per aprire un ristorante

Come aprire un ristorante

In questi ultimi anni vi è stato un incremento di nuove aperture di attività ristorative con somministrazione e servizio ai tavoli, in seguito a una riforma importante che vede l’eliminazione della vecchia separazione tra licenze di tipo A (tavole calde) e di tipo B (locali autorizzati a servire solo bevande).

Molte persone decidono di mettere su locali, presentando al pubblico novità nel campo della ristorazione e dando sempre più servizi al pubblico.

L’apertura di un’attività di questo genere prevede un iter burocratico e bisogna avere diversi requisiti per iniziare questo cammino.

I requisiti che la legge richiede sono: essere maggiorenni, non avere dichiarazioni di fallimento, possedere l’abilitazione SAB, avere l’idoneità del locale, il piano HACCP, il piano di autocontrollo da inviare all’ASL, l’idoneità sanitaria del locale.


LEGGI ANCHE: Come ottenere l’attestato HACCP


Sono necessarie anche delle autorizzazioni e degli adempimenti fiscali come: l’apertura di una partita Iva, l’iscrizione all’INPS e all’INAIL, la presentazione della SCIA al Comune, comunicazione Unica da inviare alla Camera di commercio, la licenza commerciale, l’iscrizione al CONAI, la comunicazione all’Agenzia delle dogane per la vendita degli alcolici, l’autorizzazione all’esposizione dell’insegna, i versamenti alla SIAE se si vuole diffondere musica nel locale.

Espletate tutte queste richieste, andiamo a prendere in considerazione tutte le spese che serviranno per: il personale, l’acquisto di stoviglie, attrezzature e macchinari vari per la cucina, l’arredamento del locale e infine per le materie prime e il materiale di consumo.

Le attrezzature e i macchinari per la cucina rivestono un importante ruolo e devono essere scelte in maniera scrupolosa.

Una cucina richiede tanti elementi che faranno sì che il nostro locale produca degli alimenti di qualità, quindi avremo bisogno di cucine con forno, piani di cottura, piastre, friggitrici, griglie, cappe di aspirazione, impastatrici, lavabicchieri, lavastoviglie, affettatrici, frullatori, banchi frigo e tanto altro.


LEGGI ANCHE: Progetta la tua cucina con Autocad


Per allestire questi spazi è necessario acquistare dei prodotti professionali e pertanto è il caso di rivolgersi a un rivenditore specializzato che ci aiuterà a fare la giusta scelta tra i tanti prodotti disponibili.

Se stiamo cercando la qualità, possiamo dare uno sguardo alle attrezzature per la ristorazione Gastrodomus, una delle tante aziende specializzate nella vendita di prodotti destinati sia ai professionisti che ai privati.

Gastrodomus è un’azienda giovane e motivata, si impegna ogni giorno nella ricerca e sviluppo di soluzioni efficaci e innovative.

Perciò se dobbiamo creare un luogo efficiente, lasciamoci guidare da persone che ci prestano la loro esperienza.



Tags

Potrebbero interessarti anche

Top