Velocità di un sito WordPress come fattore di ranking

Come velocizzare un sito Wordpress

La velocità di caricamento è diventata uno dei fattori principali per l’ottimizzazione e il ranking di un sito web.

Prima di cimentarsi nella creazione di siti web in WordPress è essenziale capire come rendere il progetto semplice, veloce e fruibile per migliorare l’esperienza dei propri utenti.

Negli ultimi anni, Google – il più famoso tra i motori di ricerca – ha penalizzato i siti con alte tempistiche di caricamento. Ma la velocità di un sito non è solo un fattore di posizionamento.

Anche a livello di fruibilità, un blog o un sito lento possono rendere negativa l’esperienza del lettore che naviga tra le pagine della piattaforma, spingendolo a non prolungare il suo tempo di permanenza.

Se stai cercando dei consigli per rendere più funzionale e leggibile il tuo blog WordPress, ti consiglio di proseguire con la lettura e capire come fare per velocizzare un sito lento.

Per prima cosa, quello che dovrai fare è verificare la velocità del tuo sito, andando su Pagespeed. Se i valori sono inferiori ai parametri stabiliti, è importante intervenire per migliorare le prestazioni del sito.

Tra i consigli base per rendere più veloce il blog WordPress vi è quello di:

  • Ridurre al minimo indispensabile il numero di plugin installati. Quest’ultimi infatti potrebbero appesantire il sito, aumentando molto i tempi di caricamento. Sarebbe opportuno disinstallare tutti i plugin non attivi e lasciare solo i principali.
  • Filtrare ed eliminare i commenti Spam è un altro modo per evitare che il sito si appesantisca e rovini la navigazione degli utenti.
  • Scegliere uno spazio Hosting di buona qualità. Normalmente un buon hosting è in grado di garantire risorse specifiche come la memoria ed unità di elaborazione centrale (CPU) che rendono più fluido il CMS e non ne rallentano il caricamento.
  • Scegliere un tema con framework aggiornato. In questo modo ti assicurerai di velocizzare la piattaforma che stai sviluppando e migliorarne sicurezza ed ottimizzazione in ottica Seo.
  • Ottimizzare il database. WordPress utilizza il database per memorizzare commenti, messaggi, pagine, plugin. Quando il database è sovraccarico d’informazioni e dati inutili, aumenta il tempo di richiesta di una “query”, rallentando la piattaforma.
  • Ottimizzare le immagini. Ridurre e ridimensionare le immagini in JPG a 24 bit, può sicuramente giovare ad un buon crossbrowsing. Si può migliorare la qualità delle immagini utilizzando programmi come Gimp o Photoshop.
  • Utilizzare la cache è importante per migliorare le prestazioni del sito WordPress. La cache permette di fornire all’utente i contenuti che ha già visualizzato senza necessariamente richiederli al database.

E tu? Conosci ed utilizzi altri metodi per velocizzare un sito in WordPress?



Tags ,

Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top