CineCentro, premiati i vincitori del contest cinematografico dell’Informagiovani

Premiazione del contest CineCentro Sassari

La bozi della tziddai è il cortometraggio che con 258 likes si è aggiudicato il primo premio del contest CineCentro, il concorso ideato dall’Informagiovani/Eurodesk del Comune di Sassari per coinvolgere i giovani in prima persona nella riscoperta del centro storico.

Un’attività inserita nel progetto di Servizio Civile Nazionale “Inform@ttivi – I giovani al centro” e nata dall’ascolto dei desideri e degli interessi dei giovani sassaresi. Stamattina Laura Ledda è stata premiata per regia e sceneggiatura, Marco Serra come aiuto regia, Piergiuseppe Conti e Michele Sanna voci narranti e il piccolo Edoardo Usai, di 5 anni, ha vinto come miglior protagonista. A loro sono andati un drone (per la regia) e 5 power bank.

Anche i giovani Giorgio Gaetani e Francesco Arca, che si sono messi in gioco con Sassari – One Day More, secondo classificato, hanno potuto portare a casa premi di tutto rispetto: una GoPro, due pen drive e due selfie stick.

I riconoscimenti sono stati consegnati durante l’incontro tutto dedicato alla città e al cinema che si è tenuto negli uffici di piazza santa Caterina. Moderato dal giornalista Francesco Bellu, l’evento ha spaziato dagli interventi del sindaco Nicola Sanna – da sempre particolarmente attento alle iniziative che coinvolgono i giovani della città –, dell’assessora alle Politiche educative, giovanili e sport Vittoria Casu, e della dirigente del Settore Simonetta Cicu, alla visione di vari cortometraggi, fino al dibattito con diversi esperti cinefili e della comunicazione in generale.

La bozi della tziddai racconta la “Sassari vecchia” scoperta con gli occhi di un bambino di 4 anni accompagnato dalle parole di tre poesie di Salvator Ruju «in uno scambio generazionale sulla visione del centro storico che avviene anche attraverso le nostre voci che leggono le opere del poeta» ha spiegato Laura Ledda. Un video «particolarmente efficace dal punto di vista emozionale», come ha sottolineato l’assessora Casu. Un cortometraggio che «sollecita uno sguardo più attento al cuore della città, che ancora oggi paga scelte sbagliate fatte nel passato e che hanno causato lo spopolamento che vediamo oggi. Ecco perché noi puntiamo a far rivivere questa zona di Sassari attraverso residenze studentesche, turistiche e di multiculturali» ha aggiunto il sindaco Sanna.

Durante il progetto di Servizio civile nazionale “Inform@ttivi – I giovani al centro” è stato elaborato un questionario a cui hanno risposto più di mille tra ragazzi e ragazze. È emerso che i giovani che frequentano il centro storico lo fanno principalmente per motivi di svago, e ritengono che l’aspetto migliore dell’antica città siano i monumenti; non hanno grande conoscenza dell’esistenza di servizi a loro dedicati e gradirebbero che si organizzassero un maggior numero di attività culturali, soprattutto legate alla fotografia e al cinema. Da qui è nata l’idea di lanciare due contest: uno fotografico – Obiettivo Centro – e uno cinematografico – CineCentro.

«L’obiettivo era prima di tutto dare una prima risposta a chi chiedeva attività culturali, nella speranza che, attraverso il coinvolgimento diretto e la partecipazione attiva del mondo giovanile, si potessero far conoscere i servizi dedicati ai giovani, il centro storico e le sue bellezze – ha commentato la dirigente Simonetta Cicu –. Siamo veramente soddisfatti della risposta che abbiamo avuto dai giovani e della qualità dei prodotti presentati. Ci auguriamo che i filmati possano diventare anche canale di comunicazione tra i giovani e l’Amministrazione».

Entrambi i contest avevano come oggetto il cuore della città. In particolare, con CineCentro, si poteva rappresentare in totale autonomia il centro storico e cosa raccontare del mondo racchiuso all’interno delle antiche mura.

All’incontro hanno partecipato anche Rosario Cecaro, direttore di ReportersTv, Luisa Cutzu, dottoranda in “Lingue, letterature e culture dell’età moderna e contemporanea” all’Università di Sassari e Luigi Ventroni, laureato in Storia e critica del cinema.



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top