Il flamenco di Yolanda Osuna a Sant’Antioco e a Cagliari

Yolanda Osuna a Cagliari

Musica e danza flamenco al centro di due serate proposte dalla cooperativa Forma e Poesia nel Jazz: sabato 24 settembre a Sant’Antioco – alle 21 in piazza de Gasperi con ingresso gratuito – e domenica 25 (stessa ora) a Cagliari, al Lazzaretto (il centro culturale in via dei Navigatori, a Sant’Elia), è di scena la bailaora spagnola Yolanda Osuna, accompagnata dal cante di Bernardo Miranda e da Rafael Montilla alla chitarra.

La tappa nel capoluogo fa parte di Encuentros, gli appuntamenti tra Sardegna e Spagna proposti da Forma e Poesia nel Jazz, e vedrà la partecipazione straordinaria, in un paio di brani, del suonatore di launeddas Nicola Agus.

I biglietti (10 euro + diritti di prevendita) si possono acquistare al Box Office (tel. 070657428) e al Lazzaretto (0703838085). Info su WhatsApp: 3297016747.

A precedere lo spettacolo, un altro impegno attende a Cagliari in mattinata Yolanda Osuna, che alle 11 terrà un incontro con il pubblico alla MEM (la Mediateca del Mediterraneo in via Mameli) per parlare della sua esperienza del flamenco oggi, dell’eredità lasciata dai grandi nomi e delle prospettive per i giovani.

Chi è Yolanda Osuna

Classe 1981, Yolanda Osuna ha avuto maestri del calibro di Javier Latorre, Matilde Coral, Milagros Mengíbar, El Mimbre, Blanca del Rey, Rocío Molina, Pastora Galván, Manuela Carrasco, Antonio Canales, La Farruca, Faraona, La Lupi.

Il suo curriculum conta tante collaborazioni ed esibizioni in teatri e festival con artisti come Miguel Poveda, Mayte Martín, Arcángel, Esperanza Fernández, Mariana Cornejo, Terremoto de Jerez, Miguel Ángel Cortés, El Pele, Manuel Silveria, Antonio Reyes, El Cabrero, Juan Villar, Juana la del Revuelo, Curro Malena, Chaquetón, Chocolate e con le compagnie di Inmaculada Aguilar, Javier Latorre, Paco Peña, la Compañía Flamenca de Córdoba, oltre che con spettacoli propri.

Nella bacheca della bailoara di Cordoba diversi riconoscimenti e allori come il primo premio “Antonio Hidalgo” al Concurso Nacional de Fandangos di Lucena (nel 2000), al “Jóvenes Flamencos” organizzato dalla Diputación Provincial di Cordoba (nel 2001) e alla Perla de Cádiz, e i due secondi premi (nel 2007 e nel 2014) al Festival Internacional del Cante de las Minas di La Unión.

Foto: © Pako Manzano



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top