All’Università di Sassari un convegno sulla ricerca agronomica verso il 2030

Ricerca agronomica Università di Sassari

Sassari ospiterà per la prima volta il convegno nazionale della Società Italiana di Agronomia (SIA), quest’anno sul tema “La ricerca agronomica verso il 2030: gli obiettivi globali di sviluppo sostenibile”. L’evento si svolgerà dal 20 al 22 settembre alla presenza dell’assessora regionale all’Agricoltura Elisabetta Falchi.

Al convegno, in programma nell’Aula Magna dell’Università di Sassari martedì 20 dalle 14.00 e poi alla Camera di Commercio di via Roma il 21 e il 22 dalle 8.30, parteciperanno oltre 150 ricercatori di Università e Centri di ricerca nazionali ed esteri. Gli studiosi si confronteranno sui modi in cui declinare nella ricerca agronomica gli obiettivi di sviluppo sostenibile adottati dall’ONU nello storico summit di settembre 2015 al Palazzo di Vetro.

I lavori saranno introdotti da una keynote di John Porter, professore all’Università di Copenhagen ed editor in chief dell’European Journal of Agronomy, una delle più prestigiose riviste scientifiche internazionali sul tema. La sicurezza alimentare in un contesto di cambiamento climatico, i sistemi di coltivazione per azzerare il degrado del territorio, la gestione sostenibile delle risorse naturali e la produzione di energie rinnovabili, sono alcuni dei principali temi oggetto di dibattito scientifico in campo agronomico.

Una sessione speciale sarà dedicata alla produzione sostenibile di leguminose da granella in Italia, per celebrare l’anno internazionale dei legumi indetto dalla FAO. Il 20 settembre alle 9.00, nell’aula Barbieri del Dipartimento di Agraria, si svolgerà un workshop internazionale sulle sinergie tra agronomia e genetica agraria per il miglioramento delle performance produttive delle colture agrarie in diversi contesti ambientali e gestionali.

“Si tratta di un evento di interesse non solo per il mondo accademico ma anche per i professionisti e gli imprenditori agricoli che sono chiamati sempre più a produrre cibo di qualità e a offrire indirettamente alla società ‘servizi ecologici’ come la tutela delle risorse naturali” dichiara la dott.ssa Giovanna Seddaiu, segretaria tesoriera della SIA e docente del Dipartimento di Agraria. “Abbiamo voluto dare spazio alle aziende del territorio regionale, attraverso una proficua collaborazione con Coldiretti Sassari, Confagricoltura e CIA, che hanno sponsorizzato l’evento”.

Coldiretti in particolare ha curato l’organizzazione del servizio catering con prodotti a chilometro zero. Hanno inoltre sponsorizzato il convegno, oltre alla Camera di Commercio di Sassari, numerose piccole e grandi aziende che operano nel Nord Sardegna, tra cui Novamont e Farmasinara, Laore Sardegna e tre aziende nazionali che producono strumenti scientifici.



Potrebbero interessarti anche

Top