Bicimipiaci a Porto Torres: quattro giorni di eventi in città e all’Asinara

Bicimipiaci a Porto Torres e Asinara

Una mobilità sostenibile fatta di spostamenti alternativi alle auto e di momenti di aggregazione per riscoprire i luoghi più suggestivi della città. È l’obiettivo di “Bicimipiaci”, la manifestazione organizzata dall’amministrazione comunale e coordinata a livello regionale dal Centro di programmazione della Ras. Porto Torres è inserita nella rete dei ventidue comuni dell’Isola che hanno programmato iniziative in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile.

«Lo scorso anno la manifestazione ha avuto molto successo – ha esordito il sindaco Sean Wheeler durante la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta questa mattina in sala consiliare – e la riproponiamo ancora più ricca grazie al supporto di enti e associazioni. In questi quattro giorni avremo modo di approfondire i temi della mobilità sostenibile e raggiungeremo i posti più suggestivi di Porto Torres a piedi o pedalando nella nostra isola parco e in città. L’invito che rivolgo ai cittadini è quello di partecipare numerosi a tutti gli eventi, anche a quello di domenica 18 settembre, quando coglieremo l’occasione per stare tutti insieme e fare della solidarietà a favore delle popolazioni terremotate».

Per l’assessora al Turismo, Antonella Palmas, «Bicimipiaci sta diventando anche un appuntamento di promozione del territorio. Oltre a sensibilizzare le persone a usare mezzi alternativi per gli spostamenti è un evento di perfetta sintesi tra sport, natura e cultura».

Si comincia con la presentazione, giovedì 15 settembre alle 17.30, nella sala del Museo del Porto, dei primi studi per il Piano urbano della Mobilità Sostenibile, «un importante documento di programmazione in fase di realizzazione da parte del Cirem dell’Università di Cagliari – ha sottolineato l’assessore ai Trasporti, Marcello Zirulia – che una volta completato potrà darci indicazioni su come ottimizzare la viabilità urbana e l’interconnessione con l’area vasta».

Venerdì 16 settembre, con partenza dalla Basilica di San Gavino alle ore 17, si terrà il pedibus culturale “A spasso nel tempo”, promosso dalla cooperativa Turris Bisleonis in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Umanistiche e sociali dell’Università di Sassari e il professor Alessandro Teatini. «Per il grande patrimonio che possiede, Porto Torres si presta a esperimenti e a itinerari di questo tipo», ha detto Teatini.

L’evento è patrocinato dal Comune di Porto Torres e dal Polo Museale della Sardegna, con l’adesione della Soprintendenza ai beni archeologici di Sassari e Nuoro. Previste “fermate” davanti a edifici storici come la scuola De Amicis e il Palazzo del Marchese e nei pressi della chiesa della Consolata. Tappa anche alla Domus di Orfeo nell’area archeologica di Turris Libisonis e “capolinea” al Museo del Porto dedicato alla cultura del mare.

Sabato 17 settembre si pedalerà sull’isola dell’Asinara, da Cala Reale a Fornelli (punto di ritrovo nella banchina Segni di Porto Torres alle ore 7.30). Alla fine della ciclopedalata si potrà visitare l’ex supercarcere di Fornelli. L’organizzazione è a cura del Comune in collaborazione con l’Atletica Leggera Porto Torres, l’assistenza sarà svolta dal Cisom e della Polizia Locale. L’iniziativa è patrocinata dall’Ente Parco Asinara.

«Abbiamo aderito alla proposta del Comune – ha detto il direttore, Pier Paolo Congiatu – perché per un luogo come l’Asinara la mobilità sostenibile è uno dei principali obiettivi. Stiamo lavorando affinché entro il 2020 i mezzi sull’isola siano a emissione zero e sposiamo per il secondo anno consecutivo un evento come questo che rispetta in pieno la filosofia del parco».

Il sostegno è arrivato anche da parte di Delcomar: «Operiamo da dieci anni su questa linea e l’azienda ha voluto essere partner di un’iniziativa che promuove l’isola, così come da tempo accade per Monumenti Aperti», ha sottolineato il responsabile della compagnia, Enzo Del Giudice.

Domenica 18 settembre, con la supervisione dell’amministrazione comunale e l’organizzazione dell’Atletica Leggera Porto Torres, la ciclopedalata si svolgerà in città. La partenza sarà dalla spiaggia di Balai (iscrizioni dalle ore 9.30) e l’arrivo sempre a Balai dopo aver percorso il centro e il lungomare. Al termine le attività di intrattenimento per i bimbi, la possibilità di provare un’esperienza di snorkeling con Snorkeling Academy e Decathlon, e l’Amatriciana della solidarietà promossa dall’amministrazione insieme ad associazioni ed esercenti, per raccogliere fondi a favore delle popolazioni terremotate. Sabato 17 (ore 15.30) e domenica 18 settembre (ore 10), si svolgeranno anche una cronometro e una gara ciclistica, con partenza da via Croce, a cura della Asd Serse Coppi.

Durante le manifestazioni saranno distribuiti i gadget donati dalla Regione Sardegna e dai seguenti esercenti locali: Minù Sport, Mondocasa, Gelateria Il Golfo, CRC Transport, Bar Da Marco, Panefratteria Porto Torres e Sassari. Nell’ambito del progetto è previsto anche l’acquisto da parte del Comune di rastrelliere che saranno installate nelle prossime settimane in diverse zone, scuole comprese, per potenziare la rete dei servizi dedicati alla ciclabilità cittadina.



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top