Mozzarella di bufala: la storia e alcune gustose ricette

Mozzarella di bufala

La mozzarella di bufala è un formaggio che fa parte della tradizione culinaria campana. Fresco e a pasta filante, deve la gran parte delle sue caratteristiche all’impiego del latte di bufala, prodotto in grande quantità nella regione. La storia di questo particolare tipo di mozzarella vanta origini antichissime, risalenti all’epoca normanna, quando vennero importate in Campania le bufale dalla Sicilia. Le prime tracce storiche della mozzarella di bufala si hanno però attorno al XII secolo d.C. quando era chiamata “mozza”. Il suo nome infatti deriva dal verbo “mozzare” che sta per tagliare e si riferisce al fatto che i formaggi a pasta filante nella lavorazione vengono tagliati con le mani, comprimendo l’impasto tra gli indici e i pollici.

Conosciuta soprattutto nella sua tipica forma rotonda, la mozzarella di bufala può raggiungere quasi il Kg. In commercio si possono trovare però anche altre forme come i gustosi bocconcini perfetti per alcune semplici ricette. Buonissima anche da sola, la mozzarella di bufala si presta ad essere usata come ingrediente principale di squisiti piatti.

Vediamo assieme qualche semplice e gustosa ricetta che potrete realizzare o rielaborare in base al vostro gusto personale utilizzando una mozzarella di bufala presente in commercio come quella Vallelata.

Mozzarella di Bufala in una carrozza estiva

  • 4 bocconcini di mozzarella di bufala
  • 200 gr di mollica di pane raffermo sbriciolata grossolanamente
  • 50 gr di pinoli
  • 2 cucchiaini di capperi sotto sale
  • 10 foglie di basilico
  • Olio d’oliva q.b.

Dato che sia la mozzarella di bufala che i capperi sono molto salati, il consiglio principale è quello di non utilizzare sale, perché il piatto ne è già perfettamente bilanciato usando i soli ingredienti.

Come prima cosa è molto importante mettere in ammollo i capperi per togliere quanto più sale possibile, dopodiché preoccupatevi di tostare i pinoli in una padellina antiaderente stando attenti a non bruciarli troppo. Tostare la frutta secca è un passo molto importante perché ne enfatizza il sapore. Una volta tostati tritatene la metà e l’altra lasciatela intera, metteteli da parte e proseguite.

Nella stessa padella antiaderente mettete una buona quantità di olio e iniziate a friggerci le briciole di pane fino a che non sono diventate belle croccanti. Una volta raggiunta una bella doratura toglietele dal fuoco e aggiungete i pinoli tritati e i capperi scolati e privati dell’acqua in eccesso.

In un piatto tagliate i bocconcini di bufala e farciteli con il composto realizzato. Infine spolverate con il basilico lavato e tritato e con i pinoli lasciati interi.
Se lo desiderate aggiungete un filo d’olio e servite.

Paccheri con melanzane, cozze e mozzarella di bufala

  • 400 gr di paccheri
  • 450 gr di melanzane
  • 1 kg di cozze
  • 400 gr di pomodorini tipo ciliegino
  • 1 cipollotto fresco
  • 200 gr di mozzarella di bufala
  • Sale
  • Olio E.V.O.
  • 2 spicchi d’aglio
  • 20 gr di prezzemolo tritato
  • 100 ml di vino bianco

Per prima cosa è importante pulire molto bene le cozze, grattando il guscio e eliminando la barbetta che fuoriesce. Dopodiché mettetele nella padella con pochissimo olio e due spicchi d’aglio, cuocetele giusto il tempo di farle aprire sfumandole con il vino bianco e poi toglietele subito dal fuoco. Scolatele e conservate il liquido di cottura che andrà ad insaporire la pasta.

Sgusciate i 2/3 delle cozze e metteteli da parte in una bacinella.
Pulite e tagliate a cubetti le melanzane disponendoli in un colino capiente a maglia fine; aggiungete un po’ di sale grosso e copritele con un peso per far perdere loro una parte di acqua. Lasciate riposare per almeno un’ora.

Sbucciate i pomodorini scottandoli leggermente in acqua calda, tagliateli a metà e se lo preferite privateli dei semi. Tritate il cipollotto e fatelo rosolare in una padella con i 4 cucchiai d’olio. Una volta appassito aggiungete le melanzane e dopo 5 minuti i pomodorini. Salate leggermente e fate cuocere per 5/8 minuti.

Nel frattempo cuocete i paccheri in abbondante acqua salata e scolateli al dente. Saltateli nel sugo aggiungendo l’acqua di cottura delle cozze. Quando vi sembreranno cotti, spegnete e aggiungete le cozze sgusciate, il prezzemolo tritato e la mozzarella di bufala tagliata a dadini. Sporzionate e aggiungete nei piatti le rimanenti cozze con guscio per decorare.

Zucca marinata e mozzarella di bufala

  • 800 gr di zucca
  • 3 mozzarelle di bufala
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 bicchiere di aceto bianco
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • Olio E.V.O.
  • Succo di limone
  • Prezzemolo tritato
  • Origano
  • Sale e pepe
  • Peperoncino

Pulite la zucca privandola della scorza e dei semi. Dopodiché tagliatela a fette dell’altezza di 1 cm.
Portate a bollore 2 litri di acqua assieme al vino e all’aceto dentro al quale sbollenterete le fette di zucca per 2-3 minuti. Asciugate le fette con la carta assorbente e mettetele in una pirofila.
Conditele con aglio, prezzemolo, timo e peperoncino tritato.
Copritele con l’olio di oliva e lasciatele marinare per almeno 5 ore.
Impiattate disponendo una fetta di zucca e una di mozzarella seguendo un senso orizzontale, aggiungete qualche goccia di succo di limone e servite.



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top