Issata la Bandiera Blu a Porto Ferro

bandiera blu 2016 a porto ferro

«È la prima Bandiera Blu conquistata dal Comune di Sassari, ma mi impegno fin da ora a far sì che sia la prima di altre in futuro». L’assessore alle Politiche ambientali Fabio Pinna ha commentato così il momento in cui stamattina ha issato la Bandiera Blu a Porto Ferro, davanti ai bagnanti incuriositi, all’assessora alle Politiche sociali Monica Spanedda, ai rappresentanti della circoscrizione, al dirigente del settore Gian Marco Saba e ai dipendenti «grazie ai quali è stato possibile raggiungere questo traguardo».

Il riconoscimento rappresenta «un certificato internazionale che ci colloca tra gli 11 Comuni meglio strutturati in Sardegna» ha continuato Pinna. La Bandiera Blu, infatti, è consegnata soltanto alle Amministrazioni in grado di offrire una serie di servizi, valorizzando le caratteristiche naturali della spiaggia e del mare. Servizi che quest’anno si presentano potenziati: maggiore attenzione alle persone con disabilità, più accorgimenti per il salvamento e la sicurezza a mare, pulizia quotidiana dell’arenile e un sistema di raccolta differenziata dei rifiuti rafforzato, una zona in concessione per l’affitto di ombrelloni e sdraio, un punto di ristoro, oltre a servizi come docce, servizi igienici e punto di erogazione di acqua potabile.

«Il Comune di Sassari vanta 40 chilometri di costa, dalle caratteristiche uniche e con tratti totalmente incontaminati. È tempo di valorizzarli, come abbiamo fatto per Porto Ferro. Siamo certi che il nostro litorale abbia tutte le carte in regola per riacquistare e rafforzare una posizione primaria in Sardegna» ha concluso l’esponente della Giunta guidata da Nicola Sanna.

La Bandiera Blu sventolerà a Porto Ferro fino alla fine della stagione balneare, il 31 agosto. Sotto è stato posizionato un grande pannello informativo, dove sono indicati tutti i servizi presenti nella spiaggia e le caratteristiche naturali che la contraddistinguono. Nel “Baretto Porto Ferro” è stata issata un’altra bandiera per indicare che anche lì è possibile chiedere le stesse informazioni, così come nelle torrette di salvamento e nel centro Ceas, dove per tutta l’estate saranno organizzate attività di sensibilizzazione ed educazione ambientale.




Potrebbero interessarti anche

Top