L’isolamento dell’intercapedine per garantire l’efficienza energetica della casa

Isolamento termico casa

Se decidiamo di proteggere la nostra abitazione dal caldo o dal freddo, a seconda della stagione in cui ci troviamo, esistono diversi rimedi che possono risultare più o meno validi. Tra le varie opzioni possibili ne esiste una che si sta facendo rapidamente largo, soprattutto negli ultimi anni e che garantisce l’efficientamento energetico di un edificio in tempi rapidi, ossia la coibentazione dell’appartamento.
Se desiderate saperne di più su come si può coibentare la casa vi consigliamo di continuare a leggere questo articolo.

Perché realizzare l’isolamento termico di un abitazione

La coibentazione permette di garantire l’isolamento termico di un edificio e rendere la nostra abitazione più confortevole e con una temperatura che si mantiene gradevole in tutti i mesi dell’anno.
Isolare un edificio permette di diminuire il più possibile lo scambio di calore tra ambiente interno ed ambiente esterno, elemento che porta a ritrovarci in una casa troppo calda in estate e troppo fredda in inverno, con la conseguenza che ci ritroveremo costretti a utilizzare termosifoni e condizionatori in misura eccessiva con un notevole dispendio energetico che andrà a ripercuotersi sulla bolletta.

Per isolare correttamente la casa si può ricorrere a due tecniche; realizzazione del cappotto termico lungo la parete esterna dell’abitazione o l’insufflaggio delle pareti interne o esterne.
L’insufflaggio altro non è che l’operazione di riempimento attraverso isolanti termici dei muri dotati di intercapedine o cassa vuota. L’intercapedine è lo spazio di aria presente tra muro esterno e tamponatura interna, che è presente in molte abitazioni che sono state costruite in Italia nel periodo che va dagli anni ’60 agli anni ’90.
L’intercapedine può risultare un punto debole della casa, in quanto la presenza di uno spazio vuoto comporta una fonte di dispersione termica e quindi energetica notevole.
Riempire questo vuoto attraverso dei materiali appositi come schiume isolanti permetterà di minimizzare questa dispersione e consentire un risparmio energetico notevole, oltre che un maggiore comfort termico.

Come assicurarsi della reale presenza di un intercapedine

Il vantaggio di isolare le pareti interne tramite l’insufflaggio dell’intercapedine è quindi indubbio. Ma spesso non si ha l’assoluta certezza che il nostro appartamento sia effettivamente dotato di intercapedine. Come fare in questi casi?

Si può ricorrere a diverse soluzioni:

– chiedere informazioni ai nostri vicini di casa (se ci troviamo in un appartamento di un condominio) o a vecchi proprietari dell’immobile che possono essere a conoscenza della presenza dell’intercapedine stessa. È possibile che abbiano dovuto ricorrere in passato a degli interventi di ristrutturazione, che possono aver portato alla luce la presenza di questo spazio vuoto.
– Se è una casa costruita a partire dagli anni ’60 fino ad oltre gli anni ’90 è probabile che abbia l’intercapedine.

Se non si riesce ad ottenere informazioni da queste fonti o non si riesce a ritrovare le vecchie carte relative al periodo di costruzione dell’edificio, si può utilizzare un metodo alquanto valido per scoprire senza ombra di dubbio se la nostra casa è dotata di intercapedine o meno.
Aprire un foro sulla parete o manualmente con mazzetta e scalpello o con un trapano:

– dapprima misuriamo lo spessore complessivo del muro;
– quindi procediamo a forare manualmente o con trapano per una profondità inferiore allo spessore del muro medesimo;
– in presenza di intercapedine la punta del trapano dopo alcuni cm (10 se abbiamo un forato interno da 8 , dopo 14 cm se abbiamo un forato da 12) trovando il vuoto smette di bucare;
– a quel punto inseriamo il metro e una luce per vedere il vuoto trovato.

Dopo aver stabilito definitivamente che è possibile realizzare l’isolamento termico interno attraverso l’insufflaggio dell’intercapedine, vi consigliamo di contattare una ditta specializzata che avrà modo di realizzare in tempi rapidi l’intervento di coibentazione e soprattutto in modo professionale.
Non ci vorrà molto, sarà sufficiente un giorno lavorativo per completare il tutto grazie alla foratura multipla della parete con fori praticati in basso, nel mezzo ed in alto. Successivamente attraverso i fori viene insufflato il materiale isolante che verrà inserito fino al totale riempimento della parete interna. L’operazione non produrrà sporco e i fori verranno subito richiusi al termine dell’operazione di insufflaggio.

In breve tempo avrete una casa con una maggiore efficienza energetica, un miglior confort termico e abitativo, oltre che un sensibile risparmio in bolletta; ecco perché vi consigliamo di non attendere oltre e di ricorrere subito alla coibentazione del vostro appartamento.



Tags

Potrebbero interessarti anche

Top