Cavalcata Sarda 2016: il programma della 67^ edizione

Cavalcata Sarda: programma

Settantatré gruppi folk da 68 comuni diversi, 24 gruppi a cavallo per un totale di oltre tremila figuranti. Sono soltanto alcuni numeri della 67esima edizione della Cavalcata Sarda in programma a Sassari domenica 22 maggio, a partire dalle ore 9.00. Un percorso di quasi due chilometri in cui lo spettatore si potrà immergere tra i mille colori degli abiti della Sardegna, la musica e i balli tradizionali della nostra isola, i cavalli con i loro ornamenti e i cavalieri.

La Cavalcata Sarda è stata presentata mercoledì mattina a Palazzo Ducale alla presenza del sindaco Nicola Sanna, dell’assessora alle Politiche culturali Raffaella Sau, alla presenza di Giuliano Marongiu che presenterà la serata di Monte d’Accoddi e le serate di sabato e domenica in piazza d’Italia.

«È la Sardegna che si presenta alla stagione turistica che si prefigura positiva – ha detto il primo cittadino – ed è la dimostrazione di unità del popolo sardo che trasmette la forte identità dei propri paesi e la trasmette durante questa grande sfilata per le vie della città». «Una vetrina ancora più importante – ha aggiunto l’assessora – perché quest’anno ospiterà giornalisti che vengono da ogni parte del mondo. Ci saranno i giornalisti dalla Cina, che realizzeranno un reportage sulla Sardegna partendo proprio dalla Cavalcata sarda, quindi dal Giappone, Argentina e Stati Uniti d’America. La città si è preparata al meglio e ha cercato di coinvolgere tutti i gruppi che potessero restituire l’immagine della Sardegna».

La “festa della bellezza”, questo il titolo che la manifestazione si è guadagnata nel tempo, offrirà ai sassaresi e ai numerosi visitatori attesi uno spettacolo unico nel suo genere, con oltre tremila costumi in rappresentanza dei comuni di tutta l’isola. Un evento indimenticabile di colori e suoni. La sfilata sarà composta da figuranti in costume, seguiti dalle coppie a cavallo e un imponente corteo di oltre 250 cavalieri provenienti da tutta la Sardegna. La partenza è prevista alle ore 9.00 da corso Regina Margherita di Savoia da dove proseguirà per via Asproni, quindi via Roma, piazza d’Italia, portici Bargone e Crispo, via Cagliari, via Brigata Sassari, emiciclo Garibaldi, viale Italia, per terminare in viale Mancini angolo via Manno.

Sono previsti accessi riservati ai diversamente abili in via Roma angolo via Mazzini, dove è prevista anche la presenza di uno speaker in lingua sarda e tedesca, quindi ai portici Crispo all’angolo con via Cagliari. In piazza d’Italia saranno posizionate le tribune e sarà presente uno speaker in lingua italiana e inglese. Un altro speaker, questa volta in lingua spagnola, sarà presente in via Brigata Sassari allo sbocco sull’emiciclo Garibaldi. Lungo il percorso, poi, per fornire assistenza al pubblico, saranno presenti alcuni stand scout, servizi igienici, ambulanze e postazioni per la distribuzione dell’acqua. In piazza Castello, inoltre, sarà presente anche uno stand di InfoSassari.

Il primo pomeriggio, dalle ore 16.00, è dedicato allo spettacolo delle pariglie durante le quali i cavalieri si esibiranno in spettacolari acrobazie sui cavalli in corsa all’ippodromo Pinna, dando prova di bravura e abilità. La presentazione e l’intrattenimento musicale sarà curato dalla cantante Silvia Sanna.

La manifestazione è accompagnata dalla rassegna dei canti e delle danze tradizionali della Sardegna, durante la quale i gruppi folkloristici isolani si esibiscono proponendo un vasto repertorio musicale e coreografico.

La rassegna ha inizio il venerdì sera nella suggestiva cornice dell’altare prenuragico di Monte d’Accoddi. È qui che si svolgerà il tradizionale appuntamento con Note di Sardegna presentato da Giuliano Marongiu. L’altare prenuragico di Monte d’Accoddi, esemplare unico in tutto il Mediterraneo, dalle ore 18.00 offrirà la cornice ideale per l’ottava edizione di una serata speciale di musica, canti e danze tradizionali della Sardegna.

Lo spettacolo proseguirà sabato e domenica alle ore 18.00 in piazza d’Italia, dove i suoni delle launeddas, i canti a tenores e a fisarmonica e l’organetto chiuderanno la festa, in un’atmosfera unica e indimenticabile.

Area mercatale

Anche quest’anno è prevista la realizzazione di una grande area mercatale: sono stati assegnati 358 stalli. Quest’anno saranno presenti anche 79 ambulanti in tutta via Enrico Costa e in piazza Fiume saranno 19. All’emiciclo saranno presenti 28 stalli non commerciali delle associazioni di volontariato e culturali.

Eventi legati alla Cavalcata Sarda

Numerose le mostre che si svolgeranno prima, durante e dopo la Cavalcata e in programma all’Auditorium del Carmelo, nella biblioteca universitaria di piazza Fiume e di piazza Università, quindi alla Frumentaria a Palazzo Ducale, alla Fondazione di Sardegna, in via Pascoli e in via Principessa Maria. Tra gli appuntamenti che precedono l’evento, tornano la rassegna di musica etnica Trimpanu in piazza d’Italia e Pani di Sardegna in piazza Castello.

La comunicazione

L’appuntamento di punta del “Maggio sassarese” si presenta quindi ricco di eventi. È, senza ombra di dubbio, assieme alla Festha Manna dei Candelieri, l’evento turistico più importante della città. Per questo motivo, anche quest’anno, l’amministrazione comunale di Sassari ha investito molto nella comunicazione dell’evento in ambito regionale, nazionale e internazionale. La Cavalcata Sarda, infatti, è apparsa su magazine e quotidiani a partire da Flight magazine “Ulisse” di Alitalia, rivista Atmosphere di Meridiana, quindi su Bell’Italia Sardegna. E ancora su Sardegna Immaginare rivista con diffusione regionale e nazionale e poi su La Nuova Sardegna e su La Nuova Sardegna online, quindi su Il Meteo.it-Sassari e su L’Unione Sarda. A queste si aggiunge la comunicazione all’aeroporto di Alghero, sia all’interno che all’esterno.

Spazio è stato dedicato anche alla comunicazione televisiva con la diretta su Videolina con la sfilata, le serate in piazza d’Italia e a Monte d’Accoddi; quindi la diretta su Telegì. La comunicazione ha inoltre puntato molto sulla produzione di manifesti (800), locandine (500), pieghevoli (150.000) tra generali e manifestazione Monte d’Accoddi. Nelle maggiori città dell’isola, poi, sono state realizzate affissioni di poster 6×3 e manifesti 70×100. Quindi sono stati distribuiti circa 100.000 depliant in almeno 200 punti di passaggio in Sardegna e in numerosissimi comuni dell’isola, oltre che in 85 postazioni a Sassari. Infine, sono state distribuite 200 locandine in numerosi punti di passaggio in Sardegna e in 300 postazioni a Sassari.

Biglietti per le tribune

Sino a venerdì sarà ancora possibile acquistare i biglietti in prevendita per le tribune di piazza d’Italia al prezzo di 12 euro compreso di prevendita (Ticketok – Le Ragazze Terribili, via Tempio n. 65 – tel. 079 28,22,015 – email: prenotazionicavalcatasarda@gmail.com).




Potrebbero interessarti anche

Top