Porto Torres: via libera dell’Ancim per il contributo di sbarco all’Asinara

Asinara

C’è anche il benestare dell’Ancim, l’associazione nazionale comuni isole minori, all’applicazione del contributo di sbarco all’Asinara. Il provvedimento è stato regolamentato da una recente legge del Parlamento e in seguito all’approvazione del Consiglio comunale sarà applicato anche per i visitatori in partenza con vettori pubblici e privati verso l’isola. «A Roma, all’assemblea dell’Ancim, ci è stato riferito che eravamo tra i pochi comuni con isole minori a non applicare questa legge. Abbiamo avuto conferme che non ci sono ostacoli – afferma il sindaco Sean Wheeler – e che è assolutamente condivisibile la nostra scelta di usufruire di questa possibilità per migliorare i servizi rivolti ai turisti».

In cosa consiste il contributo di sbarco all’Asinara

La legge approvata il 22 dicembre 2015 ha ridefinito il provvedimento, che non è più un “imposta”, cioè un prelievo senza prestazione, ma un “contributo”, proprio perché finalizzato alla creazione di servizi pubblici. Può essere fissato fino a 2,50 euro. «Tuttora il Comune di Porto Torres interviene con propri fondi del bilancio per gli interventi di raccolta e smaltimento dei rifiuti, per la depurazione, per le emergenze legate all’acqua e per il servizio medico stagionale. Il contributo di sbarco all’Asinara – sottolinea l’assessore alle Finanze, Donato Forcillo – ci permetterà di continuare a garantire questi servizi e di effettuare interventi in materia di turismo, cultura, polizia locale e mobilità».

La scorsa settimana il sindaco Wheeler ha incontrato anche una delegazione dei parlamentari del Movimento 5 Stelle: «Ho approfittato di questa missione a Roma per illustrare la situazione dei lavoratori dell’ex stabilimento petrolchimico – aggiunge il primo cittadino – e per riferire le preoccupazioni che le voci sulla vendita di Versalis stanno originando su parte del settore produttivo del territorio. Ho ringraziato i parlamentari del Movimento 5 Stelle per aver presentato le dovute interrogazioni al Governo e li ho invitati a venire a Porto Torres per parlare con gli operai, come già qualcuno di loro ha fatto. Abbiamo chiesto, inoltre, un supporto per aiutarci a valorizzare l’isola dell’Asinara – conclude il sindaco – una risorsa su cui dobbiamo puntare per far crescere anche un’altra industria, quella turistica, nella nostra città».



Potrebbero interessarti anche

Top