Inaugurazione nuova sede del reparto di Neuropsichiatria infantile dell’AOU di Sassari

AOU Sassari

Sarà ufficialmente inaugurata sabato 16 gennaio alle 11.30 la nuova sede dell’Unità operativa di Neuropsichiatria infantile dell’Azienda ospedaliero universitaria di Sassari, situata al secondo piano della seconda stecca bianca in viale San Pietro. Saranno presenti il Magnifico Rettore dell’Ateneo, prof. Massimo Carpinelli, il Commissario straordinario AOU Sassari dott. Giuseppe Pintor, il Direttore Sanitario AOU dott.ssa Antonella Virdis, il Direttore Amministrativo AOU dott. Salvatore Piras e i Direttori dei Dipartimenti medici dell’Università di Sassari.

Il trasferimento nelle strutture di Viale San Pietro, realizzato già dal mese di luglio 2015 dopo 8 anni di permanenza nei locali del Policlinico Sassarese, è stato uno dei primi obiettivi raggiunti con grande soddisfazione dalla attuale Direzione della AOU; fin dal suo insediamento infatti la Direzione ha fatta propria l’urgenza di questo opportuno trasferimento di sede per poter offrire una struttura più adeguata ai piccoli pazienti, alle loro famiglie e a tutto il personale che vi opera.

La nuova struttura è accreditata, risponde ai requisiti di qualità e sicurezza previsti dalla normativa ed è collocata all’interno di una realtà ospedaliera con tutte le specialità e i servizi di supporto fondamentali per la sua corretta attività. Il trasferimento ha inoltre consentito un notevole abbattimento dei costi grazie alla cancellazione delle spese di locazione e delle spese di trasporto dei pazienti e di materiale.

Il reparto,  suddiviso in un’area di degenza e una destinata all’attività ambulatoriale con due studi di neurofisiologia, è una struttura complessa finalizzata alla diagnosi e alla cura delle patologie neurologiche e psichiatriche acute o di elevata complessità che insorgono in età evolutiva (entro i 18 anni di età). Si tratta  di un passo avanti importante nell’assetto delle strutture assistenziali dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari, che avrà senza dubbio una ricaduta positiva nell’assistenza sanitaria a favore dei bambini, grazie anche al lavoro d’équipe che, in quest’ambito, ha un ruolo chiave nell’affrontare la complessità della situazione clinica durante l’età evolutiva, superando le ottiche parziali delle diverse professionalità.

Diretto dal prof. Stefano Sotgiu, il reparto sarà intitolato al professor Camillo Mastropaolo, recentemente scomparso, indimenticato maestro nei numerosi ambiti della neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza. La cerimonia commemorativa si svolgerà nell’Aula “Andreoni”, al piano terra dell’adiacente plesso delle Malattie Infettive, alle 11.30.  Al termine si procederà alla visita del nuovo reparto.

La figura del medico, i suoi contributi clinici e scientifici saranno ricordati da colleghi e allievi che hanno lavorato al suo fianco per molti anni all’interno della Clinica di Neuropsichiatria Infantile – prima assente in Sardegna – di cui ha posto le fondamenta nel 1972. Il prof. Mastropaolo ha avviato un’intensa attività di studio in un periodo in cui la psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia – dopo la ripresa del Dopoguerra – stava conoscendo una rapida evoluzione. Impegnato a tutto campo nella ricerca, nell’assistenza e nella politica per lo sviluppo sanitario e civile, viene ricordato in tutta la Sardegna per la qualità e il livello della sua attività. Nominato Professore emerito dopo il suo pensionamento, Camillo Mastropaolo ha anche ricoperto l’incarico di Assessore regionale della Sanità con la giunta presieduta da Mario Melis.

Dopo i saluti delle autorità accademiche, dei vertici dell’AOU e del sindaco di Sassari Nicola Sanna, prenderà la parola il presidente del Consiglio regionale on. Gianfranco Ganau. Sarà poi il prof. Antonello Ganau, direttore del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, a ricordare la figura di studioso del professor Mastropaolo: “Camillo Mastropaolo, Ricercatore e Maestro nella storia della neuropsichiatria infantile in Italia”. Il Responsabile del reparto, prof. Sotgiu, parlerà della “Importanza della NPI nel contesto della rete assistenziale regionale“. Toccherà infine a colleghi, amici e allievi  (prof. Massimo Tondi, prof. Giulio Rosati, dott. Maria Ruiu, dott. Gigliola Serra) illustrare momenti ed episodi della vita accademica, scientifica e professionale del prof. Mastropaolo.



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top