EcoNatale, i bambini donano a Casa Serena addobbi ecosostenibili

EcoNatale a Casa Serena Sassari

In un mese e mezzo di laboratori hanno creato alberi di Natale, presepi e addobbi natalizi tutti rigorosamente con materiale di riutilizzo; e pochi giorni fa, accompagnati dalle maestre e dagli ecovolontari del Comune di Sassari, hanno donato tutti i loro lavoretti agli ospiti di Casa Serena. Un centinaio di bambini delle seconde e quarte classi del V circolo didattico, che hanno partecipato ai laboratori dell’EcoNatale della campagna di Comunicazione sulla raccolta e gestione dei rifiuti dell’Amministrazione, in collaborazione con Ambiente Italia e Agave Comunicazione e con il coordinamento degli ecovolontari, martedì hanno fatto visita ai loro vicini, gli ospiti dell’Istituto in via Pasubio. I giovani studenti della scuola di via Gorizia hanno poi cantato canzoni natalizie, anche con gli anziani di Casa Serena e festeggiato tutti insieme con pandoro e caramelle.

Le creazioni dei laboratori dell’EcoNatale

I bambini, seguiti dalle maestre e dagli ecovolontari, hanno imparato a riutilizzare materiali di scarto e che altrimenti sarebbero finiti tra i rifiuti, creando piccole opere d’arte. Hanno costruito un albero di Natale con i rotoli della carta igienica, un altro è stato addobbato con tappi dei barattoli di latta, fiocchi fatti con buste di plastica, lana e la stagnola delle loro merende; angeli e cristalli, poi, hanno preso forma grazie ai laccetti che normalmente sono utilizzati per le buste per conservare i cibi nel congelatore. Per un terzo tipo di alberello hanno lavorato vecchi libri di scuola, ormai troppo datati per essere ancora utili al loro antico scopo. Una coccarda è nata grazie a uno scopino per pulire le bottiglie, e un’altra con un’infinità di tappi in sughero. Il presepe, con tanto di re Magi, pastori, animali e sacra famiglia, è invece nato assemblando rotoli di carta igienica, vecchi pezzi di stoffa, lana e carta igienica.

Ad applaudire i bambini, e le performance canore degli studenti e degli ospiti di Casa Serena, ha voluto essere presente anche l’assessore all’Ambiente e Verde Pubblico Fabio Pinna, che su questi progetti di educazione e sensibilizzazione ambientale crede e punta molto: «È grazie a campagne come queste, dove i bambini imparano giocando e soprattutto venendo coinvolti in prima persona, che si possono formare cittadini rispettosi del senso civico e del territorio che li circonda».




Potrebbero interessarti anche

Top