Disturbi specifici dell’apprendimento, grande partecipazione alla conferenza organizzata dall’Università di Sassari

DSA Università di Sassari

L’aula magna gremita, i corridoi del rettorato affollati: segno che i Disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) interessano non poco alla comunità cittadina. E per parlare di dislessia, disgrafia, discalculia e disortografia, l’Università di Sassari ha chiamato oggi pomeriggio (10 novembre) il prof. Giacomo Stella e il dott. Luca Grandi. Stella è professore ordinario di Psicologia clinica nell’Università di Modena e Reggio Emilia, mentre Grandi è responsabile della cooperativa Anastasis di Bologna.

“Siamo stati colpiti da questa partecipazione straordinaria – ha dichiarato Giacomo Stella alla fine della conferenza – Vuol dire che i DSA sono un tema caldo che interessa tantissimi insegnanti, in Sardegna c’è tanta voglia di cambiare e imparare. È una domanda di crescita e sviluppo. Certo la formazione non si può fare con una conferenza, bisogna costruire nel tempo i laboratori, le occasioni. Io e Luca Grandi ne abbiamo parlato con i colleghi dell’Università di Sassari”.

“Questo è solo il primo passo che l’Università di Sassari compie per crescere – ha detto il prof. Stefano Sotgiu, delegato del Rettore ai DSA e presidente della Commissione per le problematiche degli studenti disabili e con DSA –. Vogliamo organizzare percorsi di alta formazione dedicati ai docenti dell’Ateneo perché si comprenda che il problema esiste e può essere affrontato”.




Potrebbero interessarti anche

Top