Una tavola rotonda per parlare di Breast Unit a Sassari

AOU Sassari

La Commissione per le Pari Opportunità del Comune di Sassari ha organizzato per il 12 novembre alle 16.00, nella sala convegni della Camera di Commercio, una tavola rotonda sul tema “Breast Unit, una scelta obbligata di efficienza e civiltà”.
All’evento parteciperà anche un esperto dell’associazione Europa Donna Italia, un movimento che rappresenta presso le istituzioni pubbliche nazionali e internazionali i diritti delle donne nella prevenzione e cura del tumore al seno. Interverranno i medici che operano nelle strutture sanitarie del territorio di Sassari e si occupano di prevenzione del tumore della mammella, diagnosi, cura e riabilitazione. Saranno inoltre presenti alcune associazioni specializzate in problematiche oncologiche e organizzazioni femminili che hanno manifestato e manifestano grande interesse per l’attività svolta dalla Commissione sull’istituzione della Breast Unit a Sassari. «Non si può prescindere dal ruolo attivo della popolazione femminile – commentano le organizzatrici –. Le donne hanno il diritto di essere più informate, devono sapere cosa fare per ridurre i rischi di ammalarsi, devono sapere quando e dove recarsi per la diagnosi precoce e infine devono essere consapevoli del fatto che, se si ammalano, hanno il diritto a essere curate in modo adeguato. Per questo motivo la tavola rotonda è stata strutturata in modo da costituire un momento efficace di informazione e confronto tra gli esperti e il pubblico».

Sin dall’insediamento, la Commissione per le Pari Opportunità del Comune di Sassari ha concentrato la sua attenzione nella lotta e sensibilizzazione sul carcinoma alla mammella che in Sardegna conta circa 1500 nuovi casi l’anno, di cui 350 a Sassari.
«Negli ultimi mesi è stata imponente la mobilitazione di associazioni, istituzioni e persone singole che si sono adoperate per partecipare alla campagna di sensibilizzazione per l’istituzione della Breast Unit a Sassari – spiegano dalla Commissione –. È stato creato un gruppo facebook che conta 54mila membri, ed è stata aperta una raccolta firme online e cartacea che ha oltrepassato ogni più ottimistica previsione raggiungendo nel complesso quota 30mila sottoscrizioni».

La partecipazione alla tavola rotonda del sindaco di Sassari, Nicola Sanna, dell’assessore regionale alla Sanità, Luigi Arru, dei commissari straordinari della Asl di Sassari, Agostino Sussarellu e dell’Aou, Giuseppe Pintor, sarà inoltre l’occasione per un dialogo tra le Istituzioni e il territorio, e per informare sullo stato delle azioni avviate in Regione per la costituzione nel territorio di Sassari del Centro di Senologia o Breast Unit con certificazione di qualità.

Cosa è la Breast Unit

Un provvedimento del Parlamento europeo del 2006 prevede che, entro gennaio 2016, le donne con tumore alla mammella vengano trattate nel contesto delle Breast Unit. Si tratta di strutture sanitarie altamente specializzate che hanno un importante obiettivo: quello di garantire a tutte le donne affette da tumore al seno, di qualsiasi natura e grado, l’accesso alle cure più efficaci che siano rispettose delle linee guida internazionali, garantendo un’offerta sanitaria elevata che riduca sprechi e ottimizzi le risorse, a favore di una migliore qualità di vita e sopravvivenza.

Nelle Breast Unit le donne hanno un preciso punto di riferimento nella prevenzione e nel trattamento della malattia in tutte le diverse fasi, attraverso percorsi diagnostici-terapeutici standardizzati in cui lavorano in assetto multidisciplinare chirurghi senologi e generali, chirurghi plastici, oncologi, anatomo-patologi, radiologi, radioterapisti, medici nucleari, ginecologi, medici della riabilitazione, infermieri, psicologi e psicoterapeuti.

Queste Unità di prossima costituzione dovranno avere dei precisi requisiti quantitativi e rispondere a precise esigenze di qualità delle prestazioni.



Potrebbero interessarti anche

Top