A Sassari la presentazione dei 10 Progetti Pilota di sviluppo congiunti Università-Impresa

Università di Sassari

Qual è la ricetta perfetta della seada senza glutine? Come gestire un museo in modo da coniugare la cultura e la conservazione delle collezioni con una fruizione intelligente e attrattiva? Che cosa si può scoprire attraverso il telerilevamento archeologico? E come è possibile garantire davvero la sicurezza alimentare negli stabilimenti di produzione di formaggi? Come conoscere tutto sulla coltivazione biologica del carciofo “spinoso sardo”?

Sono solo alcuni esempi dei risultati dei 10 Progetti Pilota di sviluppo congiunti Università-Impresa, finanziati dall’Università degli Studi di Sassari attraverso il WP 2.3 Organizzazione di interventi di tipo Azioni Pilota del Progetto Innova.Re. (P.O.R. Sardegna 2007-2013). I progetti saranno illustrati venerdì 16 ottobre in un evento pubblico dalle 9.00 alle 14.00 all’incubatore Universitario CubACT di via Rockefeller 54. È prevista un’area espositiva e una presentazione a cura degli sviluppatori dei progetti. L’evento sarà moderato da Nicola Pirina, Innovation Strategist Co Founder & Digital Champion Sardegna. Nel corso della mattinata sarà anche inaugurato il nuovo laboratorio di fabbricazione digitale FabLab Uniss.

I 10 Progetti Pilota finanziati

1. AIMS – Accessibilità Intellettuale al Museo Sostenibile
Settore: Museologia
Aziende Partner: Tiscali spa e Fondazione Nivola

2. CANOPP – Sintesi e valutazione biologica di nuovi ligandi bivalenti attivi sui recettori MOP-CB1 a potenziale attività analgesica
Settore: Farmaceutico
Aziende Partner: KemoTech S.R.L.

3. ECOCYNARA – Innovazione verso la sostenibilità del sistema colturale del carciofo a scala aziendale: “Spinoso Sardo” in regime biologico
Settore: Agronomia, coltivazioni erbacee e genetica
Aziende Partner: Sinis Agricola, Consorzio Agrario del Sinis – Cabras

4. IFSNS-Cheese-S – Innovate the Food Safety Network for Sheep CHEESE in Sardinia
Settore: Ispezione degli Alimenti di Origine Animale
Aziende Partner: F.lli Pinna Industria Casearia S.P.A., Cooperativa Allevatori Ovini C.A.O. soc. coop. Agr.

5. INNOVAQUA – Acqua: innovazione di processo e di prodotto
Settore: Tecnologia alimentare
Aziende Partner: San Martino S.R.L.

6. LANDY – LANdscape DYnamics. Strategie di rappresentazione, monitoraggio e comunicazione dei processi urbani e ambientali e dei rischi ad essi connessi
Settore: Informazione territoriale. Strumenti software e applicativi per la gestione del territorio
Aziende Partner: NeMeA Sistemi

7. MADAR – Modelli matematici per la simulazione dei fenomeni di degrado strutturale in area archeologica. Il caso del Parco Archeologico di Porto Torres
Settore: Matematica
Aziende Partner: Impresa Luciano Sini, Nurjana Technologies

8. MICROBEE(R) – Innovazioni microbiologiche per microbirrifici
Settore: Tecnologia alimentare
Aziende Partner: Costa Ovest S.N.C., Luppolo & Birra S.R.L., Dolmen S.R.L., Microbirrificio Lara, Birrificio P3 S.N.C., La Volpe e il Luppolo di Frau Christian, Azienda Agricola Michele Piras, Birrificio Nora S.R.L.

9. PASGLUFREE – Pasta fresca tradizionale gluten free: Estensione della shelf life della seada
Settore: Tecnologia alimentare
Aziende Partner: Isola della Salute di Angela Mureddu, La Sfoglia d’Oro di Calisai Francesco & C. S.N.C., Pastificio Sapori di Sardegna, Enodolciaria

10. U.L.T.R.A. – Uav And Lidar Technology For Remote Sensing In Archaeology
Settore: Archeologia
Aziende Partner: Globi S.R.L, Oben S.R.L.

Nati con l’obiettivo generale di valorizzare la ricerca regionale e favorire la competitività del sistema produttivo, i 10 Progetti (selezionati tra 35 progetti presentati) hanno applicato la ricerca sviluppata all’interno dell’Università per rispondere a esigenze specifiche delle imprese partner.

La collaborazione tra imprese e ricerca ha permesso di migliorare il contenuto tecnico-scientifico di prodotti, processi e servizi delle imprese partner e, considerata l’importanza degli obiettivi e dei risultati raggiunti, è necessaria la più ampia diffusione per renderli accessibili a tutte le imprese del territorio.

Inaugurazione del FabLab Uniss

I Fab Lab (Fabrication Laboratories) sono laboratori di scala ridotta ad alto contenuto tecnologico che offrono servizi personalizzati di fabbricazione digitale e propongono tutti gli strumenti necessari per trasformare l’idea in un progetto reale.
Il neonato FabLab Uniss, che verrà presentato domani alle 12.30, aderente alla rete mondiale dei Fab Lab, è aperto sia agli utenti interni che ai fruitori esterni all’ateneo. È il punto di riferimento dell’ateneo e del territorio per fornire servizi, strumenti e competenze, per muoversi nel mondo della prototipazione e fabbricazione digitale. FabLab UNISS, in linea con il network fablab internazionale, si basa sulle idee di condivisione, apprendimento e azione (share, learn and make).
Finanziato anch’esso dal Progetto Innova.Re., si pone le stesse finalità di promuovere e stimolare lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e favorire l’innovazione delle imprese esistenti.



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top