A Sassari la “Notte europea dei ricercatori”

Presentazione della Notte europea dei ricercatori a Sassari

Il 25 settembre Sassari vivrà una notte per scoprire, conoscere e imparare: la “Notte europea dei ricercatori”, alla quale l’Università aderisce con grande entusiasmo, nell’ambito del circuito promosso e finanziato dalla Commissione europea e organizzato da Frascati Scienza.

Programma

Sono più di 30 gli appuntamenti con la scienza che l’Università degli Studi di Sassari ha programmato per la serata di venerdì dalle 19.00 a mezzanotte in piazza Tola, piazza Azuni, piazza Castello, in piazza Università e nel palazzo storico dell’Ateneo, oltre che nei dipartimenti di Medicina veterinaria (via Vienna), Scienze umanistiche e sociali (via Roma), Scienze della Natura e del territorio e Scienze biomediche (entrambi in via Muroni). Attività di laboratorio, mostre a tema, conferenze e dimostrazioni dal vivo andranno avanti fino a tarda sera. Tutta la cittadinanza e gli allievi delle scuole sono invitati a partecipare. Nella “Notte europea dei ricercatori” sono coinvolti i dipartimenti dell’Ateneo: Agraria; Architettura, Design e Urbanistica; Chimica e Farmacia; Giurisprudenza; Medicina clinica e sperimentale; Medicina veterinaria; Scienze biomediche; Scienze della Natura e del territorio; Scienze economiche e aziendali; Scienze politiche, Scienze della comunicazione e Ingegneria dell’informazione; Scienze umanistiche e sociali; Storia, Scienze dell’uomo e della formazione.

Grazie alla collaborazione con il Comune di Sassari e la rete museale e culturale di Sassari Thàmus, si potranno inoltre visitare, fino alla conclusione della manifestazione, la mostra “Caravaggio e i caravaggeschi” nella sala Duce di Palazzo Ducale (ingresso a pagamento) e l’area archeologica di piazza Castello con visita guidata gratuita. Anche la Confcommercio territoriale aderisce alla manifestazione e promuove la Notte bianca dei negozi del centro, che per l’occasione rimarranno aperti fino a mezzanotte.

Per spostarsi dal centro alle sedi dei dipartimenti, l’Azienda trasporti pubblici metterà a disposizione il “Pollicino” che assicurerà collegamenti gratuiti da via Tavolara.

Anteprima

La “Notte europea dei ricercatori” si è aperta questa mattina con l’anteprima nell’aula magna dell’Ateneo in piazza Università: Francesco Cucca, genetista di fama internazionale, ha tenuto una conferenza pubblica intitolata “Cosa ci dicono i geni sulle nostre origini e sul nostro stato di salute”. Il professore di Genetica medica dell’Università di Sassari, direttore dell’Istituto di ricerca genetica e biomedica del Consiglio nazionale delle ricerche (Irgb-Cnr) nonché delegato del Rettore alla Ricerca, ha illustrato i risultati delle recenti ricerche sul DNA dei sardi, alle quali la prestigiosa rivista Nature Gentics ha dedicato un editoriale e ben tre articoli.

Ospite

Ospite d’eccezione della “Notte europea dei ricercatori” dell’Università di Sassari è il fisico Guido Tonelli, che il 25 settembre sarà in piazza Azuni a partire dalle 20.00 per spiegare la scoperta del Bosone di Higgs. Professore ordinario di Fisica Generale all’Università di Pisa e Ricercatore associato all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), Guido Tonelli, già docente all’Università di Sassari, è stato Coordinatore internazionale dell’esperimento CMS nel 2010 e 2011, tra i principali protagonisti della scoperta del Bosone di Higgs che ha portato all’assegnazione del premio Nobel per la Fisica a François Englert e Peter Higgs.



Potrebbero interessarti anche

Top