Alghero: la mensa scolastica diventa “bio”

Come cambia la mensa scolastica

Cambia il servizio mensa scolastica ad Alghero: più attenzione alle produzioni locali e alle esigenze delle famiglie. I menù serviti nelle scuole dell’infanzia e primarie avranno una percentuale reale di cibi biologici e la qualità del servizio offerto sarà monitorata da una commissione.

Il nuovo regolamento del servizio di ristorazione scolastica arriva in Consiglio comunale con diverse novità introdotte dall’Amministrazione. Mangiar sano, cibi e ingredienti locali, controlli sulla qualità. Il miglioramento della qualità del servizio voluto dall’Amministrazione sarà monitorato dalla Commissione Mensa Scolastica che, come spiega l’Assessore alla Pubblica Istruzione Gabriella Esposito, “viene istituita a seguito delle sempre più numerose richieste di collaborazione pervenute dai genitori. La Commissione – aggiunge – avrà un ruolo di collegamento tra gli utenti e il Comune, riportando suggerimenti e reclami e potrà inoltre essere soggetto interlocutore all’interno di progetti e iniziative di educazione alimentare avviati nelle scuole”.

I membri della Commissione Mensa Scolastica

L’organismo sarà composto dal dirigente della pubblica istruzione, da un insegnante, da un rappresentante dei genitori per ciascun istituto comprensivo, da un rappresentante Asl e da un rappresentante del soggetto gestore. Il nuovo regolamento ricalca le linee dell’appalto per l’affidamento del servizio di refezione scolastica per il quinquennio 2016/2017 – 2020/2021, il cui bando è stato pubblicato a inizio settembre con scadenza il 16 novembre. Il servizio di mensa scolastica si rivolge a circa 1950 alunni tra scuola materna a tempo pieno, scuola elementare a tempo pieno e con un rientro settimanale. Il totale dei pasti servizi annualmente si aggira su circa 155 mila. Il regolamento all’ordine del giorno dell’Assemblea Civica andrà a sostituire il vecchio testo datato 1997.



Tags

Potrebbero interessarti anche

Top