Orphan Black, dieci piccoli teaser

Orphan Black seconda stagione

ATTENZIONE: post ad alto contenuto di spoiler, sia sulla prima che sulla seconda stagione di Orphan Black. Leggete a vostro rischio e pericolo.

In aggiunta ai due teaser con sola animazione pubblicati nei mesi scorsi, in questi giorni BBC America ha rilasciato, prima su Instagram e poi su Youtube, otto brevissimi sneak peek sulla nuova stagione di Orphan Black. Giusto per fare del male ai fan, dato che sono pillole video di circa 15 secondi, nelle quali viene ricordato che:

  1. Orphan Black è prodotto da BBC America,
  2. Orphan Black torna il 19 aprile 2014,
  3. l’hashtag di riferimento è #cloneclub.

Cosa credete che rimanga di 15 secondi, togliendo i cartelli con quelle informazioni? Gran poco, esatto. Eppure questi sneak peek stanno dando ai fan molto di che discutere, anche perché contengono dei messaggi criptati in codice binario. Le frasi misteriose sono tutte tratte da Leaves of Grass (Foglie d’erba), poema di Walt Whitman. Ma prendiamo in esame i singoli video.

Nel primo, Sarah Threatens Rachel, il messaggio in codice è: I am large, I contain multitudes (Sono vasto, contengo moltitudini). Il bello di questo video è che tutti i fan hanno reagito allo stesso modo: «Quella non è Sarah!». Ci sono molte teorie su chi sia quel clone, tra queste:

  1. è Cosima che finge di essere Sarah
  2. è Sarah che finge di essere Cosima che finge di essere Sarah
  3. è Alison che finge di essere Sarah
  4. è Helena (perché sappiamo tutti che non è morta, non può essere morta)
  5. è Felix che finge di essere Sarah
  6. è un nuovo clone che finge di essere blabla…

Nel secondo video, My Biology, My Decision, vediamo Cosima alle prese con aghi, cotone e guanti in lattice, e scorgiamo il profilo di Delphine. La frase nascosta è: Will you prove already too late? (Vuoi cimentarti quando è troppo tardi?) Un messaggio che mette una certa angoscia e il fan club di Cosima – ovvero le Clonesbians – ha già lanciato un hashtag preventivo: #SAVECOSIMA – nel caso in cui a produttori e sceneggiatori venisse in mente di farle del male.

Terzo video, terzo clone: Alison Gets Abducted. Ricordiamo ai gentili telespettatori che nel finale della prima stagione di Orphan Black Alison era stata l’unica a firmare l’accordo con la DYAD, perciò si poteva supporre che lei fosse l’unico clone al sicuro. E invece no. Nessun clone è al sicuro. Tiè. La citazione scelta per Alison è: For every atom belonging to me as good belongs to you (Perché ogni atomo che mi appartiene appartiene anche a voi).

In quest’altro sneak peek, Rachel Corners Paul (letteralmente: Rachel mette all’angolo Paul), gli dice: «Sarah sta raccogliendo informazioni su di me, come faccio io su di lei. È ora di prendere una decisione, Paul. Niente più compromessi». E si spera che il messaggio finale sia in riferimento a Paul: Do you guess I have some intricate purpose? (Supponete che io segua un intricato proposito?)

On The Run è il quinto mini-trailer di Orphan Black, nel quale compare un personaggio nuovo, maschio e con la barba, che chiede a una Sarah inquieta: «Puoi smettere di scappare per un momento?». E lei risponde baciandolo con passione, il che ha scatenato le ire di coloro che “shippano” Sarah e Paul. Anche in questo caso le teorie fantasiose su chi sia quell’uomo non mancano, ma mi sento di escludere che sia un nuovo clone (nonostante Tatiana abbia detto esplicitamente che interpretare un clone trans le piacerebbe molto). Piuttosto, direi che le shippers non prendono in considerazione la teoria più accreditata, e cioè che l’uomo barbuto sia il padre di Kira e che quindi abbia più diritto di Paul a farsi Sarah. (Magari vi sfugge, ma Paul ha cominciato a scoparsi Sarah pensando fosse un’altra persona, eh.) Comunque il codice non aiuta, dice: I and this mystery here we stand (Io e questo mistero qui ci ergiamo).

In Alison’s Confession to Felix riappare, finalmente, l’adorato Fee che con la soccer mom forma la coppia comica di Orphan Black. Ma non stavolta: Alison, in lacrime, gli confessa di aver ucciso Ainsley, la vicina di casa impicciona. Lui le risponde che, no, figurati mica è omicidio quello. Quasi. E a quel punto lei sussurra che Sarah non lo deve sapere, “please”. La frase è: All truths wait in all things (La verità è in attesa in ogni cosa).

Il penultimo scorcio sulla seconda stagione di Orphan Black è Rachel Threatens Cosima. Nessun dubbio sulla reale identità del personaggio, in questo caso, ma è un (altro) colpo basso per le Clonesbians. Il dialogo è all’incirca questo:

Rachel: «Ho sentito dire che sei molto sveglia.»
Cosima: «Ero sveglia a sei anni.»
Rachel: «Come ti senti? Sei consapevole delle condizioni di Katja Obinger, sì?»

Cosima ammutolisce e il codice, ancora una volta, manda un messaggio poco rassicurante sul suo destino: I do not talk of the beginning or the end (Io non parlo del principio o della fine). Le Clonesbians devono sperare che questo sia solo l’inizio.

Ultimo video sulla seconda stagione di Orphan Black, No cops, I don’t do cops! Di nuovo Sarah con lo sconosciuto e di nuovo Sarah nei guai, evidentemente. Non si vede cos’è successo, ma l’uomo barbuto propone di chiamare la polizia e Sarah, che tiene in mano una pistola, dice di lasciar perdere. Purtroppo la polizia sta arrivando comunque. Il messaggio cifrato è: I talk wildly, I have lost my wits (Parlo da folle, ho perduto il mio senno), ma in questo caso trovo sia più indicativo il verso precedente: Sono stato consegnato da traditori.



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top