Dyke, che cantemo! #2

Dyke: sigle di film e telefilm lesbici

Torna, a grandissima richiesta (molto più discreta secondo la Questura), Dyke, che cantemo!

Quindi, in pratica perché ne avevo voglia, ho selezionato un’altra decina di canzoni che c’entrano con la L di LGBT o con la D di Dyke.

Colonne sonore di film e telefilm lesbici

Brandi Carlile è un’adorabile L, ad esempio. È una cantautrice statunitense che circa un anno fa si è sposata a Boston con una certa Catherine (beate loro, beate loro…). Ma i suoi punti L non finiscono qui: Before it Breaks, tratta dall’album Give Up the Gost, è stata usata nella prima puntata di The Fosters, la nuova serie di ABC family che racconta la vita di una famiglia con due mamme (leggi: milf), interpretate da Teri Polo e Sherri Saum.

QUI testo e accordi

Orange is the New Black è l’altra nuova serie per la quale tutte le L sono letteralmente impazzite. Sono impazzite per questi nove motivi (soprattutto per l’otto, diciamolo), ma anche perché la sigla di Regina Spektor è così inarrestabile che ogni volta che la senti, poi continui a canTHE ANIMALS, THE ANIMALS TRAPPED TRAPPED TRAPPED…

QUI testo e accordi

Mi rendo conto che distogliere il cervello da You’ve Got Time è un compito arduo, perciò proviamo a cambiare totalmente genere.

La prossima canzone ci porta negli anni ‘40, durante la seconda guerra mondiale, all’epoca d’oro del jazz. I primi anni ‘40 sono gli anni protagonisti di Bomb Girls, la serie canadese di cui vi ho parlato tempo fa. Fra le girls del titolo c’è Kate Andrews, figlia di un pastore manesco, dotata di una gran voce ma ignorante di musica profana.
Quando trova qualcuno (l’uomo nero, Leon) disposto a insegnarle qualcosa, le viene consigliato di cominciare a formarsi ascoltando Billie Holiday. O come dice Kate: “I got to meet some guy named Billie Holiday”. Poi Betty gliela presenta e io la presento a voi, con I’ll Never Be The Same.

QUI testo e accordi

Sempre per restare in tema “revival”, vi propongo un’altra canzone della colonna sonora di The L Word. Su richiesta di un’utente di twitter che è molto insistente, nel Dyke, che cantemo! #2 inserisco anche Love Type Thing di Tegan & Sara.
Parentesi. Se non sapete chi sono Tegan e Sara “adenoidi” Quinn, o siete etero o avete vissuto in un eremo buddhista nell’ultima decina d’anni (ma se c’era anche Bette Porter non ve lo rimprovero più di tanto). Chiusa parentesi.
The L Word sapete tutt* cos’è – altrimenti, etero o gay che siate, vale il discorso dell’eremo di cui sopra – e sapete tutt* cos’è successo a Dana (sigh). Nella puntata 3×11, Last Dance, Dana (sigh) aveva appena lasciato questo mondo (sigh sigh) e le amiche si erano riunite per commemorarla. Nel ricordare i momenti più felici, Ossobuco Shane racconta alle altre di quella volta che ha portato Dana a un concerto di Tegan & Sara e… no, guardatela voi la scena, perché è memorabile:

QUI testo e accordi

Lesbiche, gay, terapie riparative, gender theories e lieto fine tutto in un solo film che fa pure ridere, ovvero But I’m a Cheerleader!
La sua colonna sonora è vasta e varia – e comprende una canzone di RuPaul che nel film fece una delle sue rare apparizioni non in drag –, ma la mia scelta è ricaduta su Glass Vase Cello Case, il brano che fa da sottofondo alla scena d’amore tra Graham (Clea DuVall) e Megan (Natasha Lyonne) e che viene ripreso anche nel finale del film.

QUI testo e tablature

Dyke, che balemo!

Colonne sonore telefilm lesbici: Dyke che cantemo!Stavolta ho deciso di fare anche un’appendice al Dyke, che cantemo!, perché mi rendo conto che non tutte le lesbiche sanno cantare e/o suonare la chitarra e c’è anche chi preferisce scatenarsi in una danza sfrenata. Perciò, sempre tra cinema e tv, ecco Dyke, che balemo! ovvero alcuni brani coi quali potrete ballare, ricordando qualche bel momento lesbico, ma occhio a scatenarvi: se vi beccano finite nella SHU!

E allora ricominciamo proprio da Orange Is The New Black: Milkshake di Kelis, la riconoscerete subito, è la canzone che Alex e Piper ballano al party di addio a Taystee.
Per dirlo con le parole di Pennsatucky (Taylor Manning): è la scena in cui Alex e Piper “lesbianin’ together”.

Di Imagine Me & You vi ho già presentato una canzone nell’altro Dyke, che cantemo!, stavolta però esploriamo la parte truzza e trash della sua colonna sonora (ascoltare e vedere per credere!). Si tratta di due canzoni disco tipiche degli ultimi anni ’70 e dei primi anni ’80.

La prima si chiama proprio D.I.S.C.O. del duo pop canadese Ottawan e si sente all’inizio del film.

La seconda è Feels Like I’m in Love, cantata da Kelly Marie, che Rachel e Luce ballano nella sala giochi, su quello che era uno degli antenati della wii.

Nel 2012 è uscito un film indipendente carinissimo, Mosquita y Mari. Parla di due ragazze “latinas”, ovvero figlie di sudamericani emigrati negli USA, e della loro amicizia che forse è qualcosa di più.
Le due ragazze – Yolanda, detta Mosquita, e Mari – sono appassionate di musica ska e, quando sono insieme, spesso l’ascoltano, la cantano e la ballano. Questa è Pierdete Chica (con el ritmo del ska) e penso che se anche non sapete ballare, potete scatenarvi e perdervi a “pogare”.

Concludo questa rassegna di Dyke con una canzone che, già di per sé, è un inno LGBT, in più è stata usata nel finale della puntata conclusiva della prima stagione di The Fosters ovvero [SPOILER] quando, al matrimonio di Lena e Stef, Mariana ha voluto ballare con le sue due vere mamme. [/SPOILER]
La canzone è Same Love di Macklemore e Ryan Lewis feat. Mary Lambert.

QUI testo e traduzione




Potrebbero interessarti anche

Top