Il bilancio del Comune di Bauladu spiegato in otto punti

Il bilancio del Comune di Bauladu in 8 punti

Il Comune di Bauladu (Oristano)Il Consiglio comunale di Bauladu ha approvato lo scorso primo agosto il bilancio preventivo di gestione. Il documento di programmazione economica e politica, i cui tempi di approvazione si sono dilatati notevolmente a causa delle numerose novità introdotte dalla normativa italiana in materia di imposte comunali e dell’incertezza nei trasferimenti agli enti locali, sarà illustrato in otto semplici punti ad ogni famiglia del paese attraverso un opuscolo informativo.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di rendere partecipi i cittadini, in modo chiaro e trasparente, della struttura del bilancio e delle principali scelte politiche di investimento dell’Amministrazione locale. I cittadini potranno in questo modo conoscere meglio il funzionamento della macchina amministrativa e leggere consapevolmente le scelte operate in relazione alle risorse disponibili in un documento che altrimenti risulterebbe di difficile lettura per i non addetti ai lavori.

L’iniziativa si inserisce nel percorso di democrazia partecipativa intrapreso dall’Amministrazione comunale per coinvolgere attivamente i cittadini e rispondere in questo modo al “diritto alla buona amministrazione” della comunità. Questo processo intende rafforzare il patto di fiducia con i cittadini, informandoli sulle attività svolte dall’ente locale e chiamandoli a partecipare ai processi decisionali. A tal fine, nei mesi scorsi, sono stati inoltre attivati i laboratori per la progettazione partecipata Bauladu Lab e si mira a produrre il primo bilancio partecipato del Comune di Bauladu nel 2015.

Il documento in sintesi

L’opuscolo, dopo aver descritto il funzionamento del bilancio comunale, indicando le principali regole e i tempi di approvazione, analizza nel dettaglio la composizione delle entrate sia nella parte numerica che descrittiva. Successivamente si passa all’analisi delle principali politiche e delle relative voci di spesa per l’anno in corso, definendone la tipologia, la composizione, l’ammontare e la specifica destinazione. Segue, nella parte finale, una sintetica descrizione delle modalità di controllo dei risultati di gestione dell’ente.

I numeri di Bauladu

Ammonta a oltre un milione di euro il bilancio del Comune di Bauladu per il 2013. In evidenza, nel settore dei lavori pubblici, l’inserimento nel piano triennale per le opere pubbliche della somma di 150.000 euro per la riqualificazione dell’area dell’ex ambulatorio sanitario. La fetta più grossa del bilancio è invece destinata ai servizi alla persona a cui è riservata la somma di 250.000 euro, spesa finanziata principalmente con fondi regionali a destinazione vincolata. Particolare attenzione è stata dedicata alle funzioni riguardanti la gestione del territorio e dell’ambiente, tra le voci di spesa in rilievo quella di 3.000 euro per la redazione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile ed il contributo di 5.000 euro per la costituzione della compagnia barracellare.
In tema di cultura e sviluppo locale sono stati previsti 15.000 euro per l’attivazione di borse lavoro destinate ai giovani del paese per la valorizzazione dei principali siti archeologici del territorio e la somma di 10.000 euro per un percorso di valorizzazione della saba di fico d’india, volto alla certificazione del prodotto con un marchio di qualità e all’attivazione di un percorso di accompagnamento alla creazione di nuove imprese specializzate nella coltivazione, raccolta e trasformazione del frutto.

Il bilancio comunale è un documento di fondamentale importanza per ogni comunità e per i cittadini che ne fanno parte. Illustrarlo in forma semplice e sintetica così da risultare comprensibile a tutti è un dovere per quanti, come noi, hanno deciso di mettersi a servizio del loro paese.

Tra tutte le istituzioni, il Comune è l’ente più vicino alle esigenze dei cittadini: quotidianamente un amministratore presta ascolto alle aspettative e alle necessità della sua gente. Esigenze che sempre più di frequente si riducono alla possibilità di soddisfare i bisogni primari.

A tal fine, nel pianificare le risorse e le politiche, è necessario essere concreti ma allo stesso tempo guardare al futuro, al fine di creare le condizioni attorno alle quali nel medio periodo andranno a costruirsi nuove opportunità. Questo significa assumersi ogni giorno la responsabilità delle decisioni – talvolta complesse – con l’obiettivo di inventare insieme una Bauladu migliore.

Portare a conoscenza i cittadini, in modo chiaro e trasparente, della provenienza delle risorse finanziarie a disposizione del proprio Comune e di come queste vengono spese per garantire beni e servizi alla comunità, è la condizione preliminare e necessaria per onorare il mandato amministrativo e ricambiare la fiducia ricevuta.

Il Sindaco Davide Corriga

Per maggiori informazioni:

 

Fonte: Comune di Bauladu



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top