Homeland, due mesi dopo

Abbiamo lasciato Carrie e Saul alle prese con la più grande crisi che la CIA abbia mai dovuto affrontare. Brody in fuga e la sua famiglia al centro di un caso mediatico. Li ritroviamo due mesi dopo: Saul a capo della CIA, Carrie a testimoniare su quanto avvenuto quella notte, Dana nel riprendersi da un tentato suicidio e Jessica a cercare di aiutare la sua famiglia. Inizia così la terza stagione di Homeland, il cui pre-air è stato mandato online quasi un mese prima della data ufficiale, con grande sorpresa di fan e Showtime.

Debutto ufficiale di Homeland: 29 settembre

Nelle prime ore il video è stato scaricato da più di 100.000 utenti della rete e il numero si è moltiplicato esponenzialmente nelle ore successive. Il filmato è “tecnicamente incompleto”, manca l’immagine del cratere (sostituito dalla scritta cratere) e qualche musica di sottofondo, ma per il resto è quasi perfetto.

“Quasi” perché mancava un particolare a questa prima puntata: il protagonista. Il grande assente è proprio lui: Brody. Non vedremo il marine più odiato/amato della televisione americana ancora per la prossima puntata, ma scopriremo dove si nasconde solo nella terza. Una scelta audace questa di Showtime; ricordiamo infatti che Damian Lewis vinse un Emmy lo scorso anno grazie a questo ruolo e quest’anno è ri-candidato proprio per Homeland. Come ha preso Lewis la notizia della sua assenza per i primi due episodi?

Hanno provato ad uccidermi sin dalla fine del primo episodio. Fox e Showtime hanno continuato a ritardarlo. Sono in uno stato di esecuzione, ma non so per quanto ancora. Non è stata per niente una sorpresa, è completamente in linea con l’idea che devi essere spietato con la storia e con i personaggi. Abbiamo già visto uno o due personaggi di spicco scomparire e sono sicuro che ce ne saranno altri.

Continua poi l’attore, spiegando l’assenza del suo personaggio:

È funzionale alla storia che non vediamo Brody. Brody è in fuga, è scomparso in una rete, è una procedura di esfiltrazione messa in atto da Carrie. Probabilmente è il criminale più ricercato al mondo. Spero che quando lo vedrete per la prima volta sarà interessante.

Nonostante l’assenza in video, Brody è il “grande assente sempre presente”, rimane costantemente nel background: la sua presenza è talmente forte da renderlo comunque uno dei protagonisti della puntata.

Per Carrie la situazione non è migliore, nonostante non sia in fuga e non debba nascondere la propria identità. Si trova ad essere una delle persone chiave del processo alla CIA, dopo lo scoppio della bomba che ha ucciso più di duecento persone tra agenti e non. È palesemente sola. Non più spalleggiata da Saul che anzi sulle sue spalle ha un fardello ancora più pesante: la CIA intera. Il rapporto tra Saul e Carrie è compromesso, dice la Danes:

Sia Saul che Carrie condividono un enorme e profondo senso di colpa, si sentono responsabili per quella bomba devastante e quelle perdite. Nonostante ormai siano degli estranei l’una per l’altro, sono profondamente connessi poiché hanno vissuto quel trauma come nessun altro.

Veniamo alle location: solo due episodi di Homeland quest’anno sono stati girati in Israele, gli altri set sono stati interamente ricostruiti in studio.

Per quanto riguarda il cast: F. Murray Abraham, alias Dar Adal, è stato promosso a regular così come Sarita Choudhury ovvero Mira, la moglie di Saul. Sono molto curiosa di scoprire qualcosa in più riguardo questo personaggio che fino ad ora ha avuto un ruolo marginale nella vicenda ma, essendo stata promossa a regular, sicuramente gli autori hanno in mente qualcosa anche per lei.

Tante le guest stars, da Sam Underwood (“attualmente” nella nuova stagione di Dexter come Zach Hamilton) che sarà Leo, un nuovo amico di Dana con un passato difficile, a Gary Wilmes (Louie), che invece interpreta il Dr. Richardson: uno psichiatra che avrà in cura Dana. Troveremo anche Tracy Letts (Prison Break) come Senatore Andrew Lockhart, a capo della commissione di inchiesta sulla CIA. Nel pre-air è indubbiamente uno dei personaggi che più rimane impresso, la bravura di questo attore è qualcosa di straordinario. Joanna Merlin (Law and Order: SVU) sarà invece nonna Lois, la madre di Jessica Brody e Nazanin Boniadi (la Nora di How I Met Your Mother) sarà invece Fara, analista molto capace nel suo lavoro. Martin Donovan sarà Bennet mentre Shaun Toub (Iron Man) Majid Javadi, un ufficiale dell’Intelligence mediorientale.

La famiglia di Brody, da ultimo, manterrà una parte importante nella storia, specialmente la storyline su Dana sarà enormemente ampliata rispetto alle scorse stagioni.

Il pre-air è online, i sottotitoli anche, direi che non avete più scuse per non guardare questa serie. Se non avete cominciato a vederla, siete ancora in tempo, la data ufficiale di inizio è il 29 settembre. Ancora qua?

P.S. sono aperte le scommesse: quante volte piangerà Carrie quest’anno?

Carrie nella seconda stagione di Homeland

Foto: Homeland © Showtime, via Facebook




Potrebbero interessarti anche

Top