Le isole del cinema: la Sardegna tra arte e paesaggio

Le isole del cinema Festival di Tavolara

Alcuni degli scenari naturali più belli della Sardegna uniti alla magia del cinema. Quattro festival tra loro alleati, ciascuno dedicato a un risvolto specifico della settima arte, di casa in altrettante isole dell’isola – Tavolara, La Maddalena, Asinara, San Pietro – per comporre un emozionante itinerario tra arte e paesaggio. Sono questi gli ingredienti de Le isole del cinema, il circuito che dal 2008 vede collaborare i festival “Una notte in Italia” di Tavolara dedicato al cinema italiano e alla regia (edizione numero ventuno appena conclusa); “La valigia dell’attore” di La Maddalena che approfondisce la recitazione (decima edizione dal 24 al 28 luglio); “Pensieri e parole” dell’Asinara rivolto a scrittura e sceneggiatura (ottava edizione dal 4 all’8 settembre); “Creuza de Mà” di Carloforte, sull’Isola di San Pietro, dedicato alla musica per il cinema (settima edizione dal 13 al 15 settembre con anteprima a Cagliari il 5 settembre). Quattro manifestazioni nel segno del cinema italiano, declinato da diverse prospettive in ciascun festival, che diventano altrettanti capitoli tematici di un percorso unitario ricco di visioni e rimandi, di stimoli, letture, concerti, incontri con registi, scrittori, attori, musicisti.

Il 2013 segna un importante traguardo per Le isole del cinema: si chiude nell’anno in corso, infatti, il biennio di attività che rientrano nel progetto “La Sardegna cresce con l’Europa”, cofinanziato dall’Unione Europea attraverso il FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale), che ha rappresentato, nel 2011, un importante riconoscimento internazionale per il circuito.

A salutare il completamento di questo percorso arriva così un ventaglio di iniziative – con la regia organizzativa di Kassiopea Group – che vanno a comporre un’unica, mirata campagna informativa e promozionale dei festival, delle quattro stupende isole che li ospitano e più generalmente dell’intera Sardegna, meta ideale per il turista che voglia coniugare, nella sua vacanza, natura e cultura.

Le isole del cinema: Una notte in Italia

Ha aperto la ventunesima edizione la rassegna Una notte in Italia, che si è svolta dal 16 al 21 luglio con un prologo sulla terraferma nella suggestiva oasi naturalistica “La Peschiera” di San Teodoro e nella piazzetta Lungomare a Porto San Paolo, e clou nel weekend con tre serate sull’isola di Tavolara. Oltre ad alcuni dei migliori film italiani della stagione – tra cui Viaggio sola di Maria Sole Tognazzi, La grande bellezza di Paolo Sorrentino, Cha-Cha-Cha di Marco Risi, Bellas mariposas di Salvatore Mereu –, il programma ha dedicato uno sguardo alla web-series Una mamma imperfetta, ideata e diretta da Ivan Cotroneo, e alla serie televisiva In treatment diretta da Saverio Costanzo. Madrina del festival quest’anno era Ambra Angiolini, mentre il compito di condurre le serate sull’isola, come da tradizione, è spettato a Neri Marcorè, presente anche sul grande schermo di Tavolara con il film di Sergio Rubini Mi rifaccio vivo.

Le isole del cinema: La valigia dell’attore

Dal 24 al 28 luglio è invece la volta de La valigia dell’attore, il festival sull’isola di La Maddalena dedicato all’interpretazione cinematografica (ma anche teatrale e televisiva) e intitolato a Gian Maria Volonté. Il tributo all’indimenticabile attore, che qui visse diversi periodi della sua vita e trovò la sua ultima dimora, quest’anno si affida a due film: Sacco e Vanzetti e Giordano Bruno diretti da Giuliano Montaldo, uno dei protagonisti di questa decima edizione del festival. A Gian Maria Volonté è intitolato anche il premio, ideato nel 2005 da Felice Laudadio, che quest’anno verrà consegnato a Valerio Mastandrea, fresco vincitore di due David di Donatello come miglior attore non protagonista del film Viva la Libertà e come migliore attore protagonista per Gli equilibristi. Tra gli altri ospiti in arrivo a La Maddalena, il giornalista e critico cinematografico Sergio Naitza con il suo documentario L’insolito ignoto – Vita acrobatica di Tiberio Murgia che ha ottenuto la Menzione speciale ai Nastri d’argento 2013, il regista Giovanni Columbu, che introdurrà la proiezione del suo ultimo film, Su Re, vincitore del Premio Moretti – Sacher Film 2013, e l’attore Paolo Rossi che chiuderà il festival con lo spettacolo Tutti i casini del mondo.

Le isole del cinema: Pensieri e parole

Il “viaggio” delle Isole del Cinema riprende a settembre, dal 4 all’8, all’Asinara, dove si rinnova l’appuntamento con Pensieri e parole. È qui, negli spazi dell’ex carcere di massima sicurezza, che ogni anno dal 2006 il festival si concentra sul rapporto fra la parola e l’immagine. Copione rispettato anche quest’anno con un programma di proiezioni e incontri con registi, attori, scrittori e sceneggiatori, tra cui spiccano l’attore e regista Alessandro Gassman e il patron della casa di produzione Fandango Domenico Procacci.

Le isole del cinema: Creuza de Mà

Torna nella sua consueta collocazione di settembre il festival Creuza de Mà di Carloforte, che quest’anno si concede una significativa anteprima a Cagliari – il 5 settembre – nel segno di un grande autore di musica per film come Michael Nyman. Dal 13 al 15 appuntamento sull’isola di San Pietro, per tre intense giornate che si concluderanno con l’immancabile “concerto al tramonto” nello splendido scenario di Capo Sandalo.

Evento finale a Cagliari

L’annata 2013 de Le isole del cinema si chiude ai primi di ottobre a Cagliari con due giornate che vanno a completare il mosaico di iniziative cofinanziate attraverso il FESR dell’Unione Europea. Una due giorni – il cui programma dettagliato sarà presentato in un’apposita conferenza stampa a ridosso dell’evento – che vedrà sfilare numerosi protagonisti delle ultime edizioni di Una notte in Italia, La valigia dell’attore, Pensieri e parole e Creuza de Mà con un fitto programma di incontri, workshop, dibattiti e proiezioni incorniciato da una mostra fotografica che propone alcune delle più belle immagini scattate sui set dei quattro festival, in questi anni. L’appuntamento a Cagliari potrà anche essere la sede in cui, partendo dagli stimoli offerti dal recente passato, Le isole del cinema guarda al futuro e progetta le prossime attività sia del circuito che dei singoli festival, i quali vivono, al pari di tutte le manifestazioni culturali, un momento non facile sul fronte dei contributi e dei finanziamenti.

Il circuito Le isole del cinema gode anche del riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali come festival di rilievo nazionale; nel 2008 e nel 2011, inoltre, ha ottenuto la medaglia della Presidenza della Repubblica come progetto più innovativo di festival cinematografico nazionale.



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top