Sardegna Pride 2013: oltre 10mila persone al corteo lungo il Poetto di Cagliari

Dalla Queeresima al Sardegna Pride

Oltre 10mila persone hanno sfilato a Cagliari per il primo Sardegna Pride che ha visto l’isola unita per la rivendicazione dei diritti di transessuali, lesbiche, gay, bisessuali e intersessuali; contro l’omofobia e la transfobia, il razzismo e il sessismo, il disprezzo, la discriminazione e la violenza.

Organizzato dalle associazioni sarde ARC, M.O.S., Famiglie Arcobaleno, Pandela Trànsgender e S’Ata Areste, il lungo corteo – partito dalla prima fermata del Poetto e arrivato all’ospedale Marino – ha chiuso gli oltre 40 giorni di cultura, cinema, mostre, teatro, seminari e dibattiti che si sono svolti a Cagliari con la Queeresima, a Sassari con Diritti al Cuore e nel centro Sardegna con tante altre iniziative.

Onda PrideIl Sardegna Pride era inoltre gemellato con gli altri cortei che si sono tenuti in Italia oggi: l’Onda Pride ha coinvolto infatti anche Bologna, Catania, Milano e Napoli.

Madrine dell’evento, le artiste sarde Rossella Faa – che per l’occasione ha composto una canzone ufficiale – ed Elena Ledda.

Foto: Michela Delle Cave, Cagliari Pride 2012



Potrebbero interessarti anche

Top