Città Sonora, sculture architettoniche di Pinuccio Sciola

pinuccio sciola

Venerdì 18 gennaio, alle ore 18.00 a Cagliari, la presentazione del Calendario 2013 dedicato alla Città Sonora di Pinuccio Sciola.

Stasera alle ore 18.00, presso l’Antico Palazzo di Città a Cagliari, verrà presentato il Calendario 2013 dedicato alla Città Sonora di Pinuccio Sciola, realizzato dalla società Compucart.

Il calendario, che ha un formato 35X50 cm, stampato in quadricromia e composto da quattordici fogli, è incentrato sulla Città Sonora e le sculture architettoniche di Pinuccio Sciola, con le foto di Attila Kleb, il progetto grafico di Gigi Cavagnino, il coordinamento e i testi di Simone Cavagnino e le didascalie di Lenoel Mitre.

Il progetto nasce dall’esigenza della Compucart di evidenziare l’intenso e consolidato dialogo tra le diverse discipline artistiche presenti nell’opera di Pinuccio Sciola. Un’esigenza dettata dalla necessità di mettere in rilievo, come sintetizzano magnificamente le parole del musicologo Roberto Favaro, “le analogie, i riflessi, le complicità reciproche tra scultura, architettura, arti visive, letteratura e musica” presenti in maniera marcata nell’opera di Sciola. Un calendario che fonde immagini fotografiche, letteratura, suoni, arte e silenzio.

Oltre all’artista, parteciperanno alla presentazione: Enrica Puggioni (Assessore Cultura e Spettacolo del Comune di Cagliari), Anna Maria Montaldo (Direttrice dei Musei Civici del Comune di Cagliari), Simone Cavagnino (coordinatore del progetto) Ivan Botticini (Editore e Dirigente A.E.S.) e Gian Giacomo Cocco (Presidente Compucart).

La presentazione vedrà, inoltre, la partecipazione dell’autrice Rita Leone, impegnata nella lettura di alcuni testi letterari.

Compucart nasce a Cagliari nel 1985. I primi anni opera nell’ambito della cartografia numerica e della topografia. Grazie alle numerose esperienze professionali maturate dai propri operatori ha assunto, negli anni, il ruolo di leader regionale.

Pinuccio Sciola, scultore di San Sperate, animato da una profonda missione: quella di ricreare un nuovo rapporto con la natura, il lavoro, l’amore, i suoni delle pietre e il rispetto dell’ambiente.



Top