Un ballo in piazza: il viaggio nel passato del Capodanno a Cagliari

capodanno a cagliari

Un viaggio nel passato musicale della città, che attraverserà le piazze principali del centro storico: Piazza Carlo Alberto, Bastione Santa Croce, Bastione Saint Remy, Piazza Savoia, Piazza Yenne e Pirri. Musica ed emozioni, nell’edizione 2013 del Capodanno a Cagliari.

Avrà come tema centrale la storia musicale e culturale dei settant’anni trascorsi dal fatidico 1943, anno dei bombardamenti su Cagliari, il Capodanno 2013 del capoluogo sardo. “Per noi il ’43 è un momento di ripartenza, per questo abbiamo scelto un progetto che ripercorra le suggestioni dei decenni trascorsi da allora”, ha dichiarato l’Assessore al Turismo Barbara Argiolas.

Tra le tante novità rispetto al Capodanno 2012, l’utilizzo della poco sfruttata ma estremamente suggestiva Piazza Carlo Alberto, che sarà dedicata alla rievocazione degli anni ’40, e l’aggiunta del sito del Parco ex Vetreria a Pirri, pensato per consentire ai residenti che non possono, o non vogliono, spostarsi verso Cagliari di avere comunque la propria parte di festeggiamenti con musiche ispirate agli anni ’60 e ’70.

Forte la spinta dell’Amministrazione verso la promozione dell’evento anche oltre il territorio cittadino, come ha sottolineato Barbara Argiolas: “Stiamo cercando di strutturare l’evento tramite affissioni regionali, la presenza sul portale di Meridiana e la segnalazione sulla stampa dedicata al turismo. È l’occasione per creare un attrattore economico tramite una destagionalizzazione dell’offerta, sia per chi potrebbe scegliere di arrivare da fuori, che per i cagliaritani che decidono di restare in città anche grazie a questa proposta di divertimento. Vogliamo regalare tre ore di emozione, soprattutto dato il periodo in cui ci troviamo, non consentire che la crisi chiami la crisi e restituire la città a tutti, comprese le famiglie con bambini e anziani.”

Quest’anno non ci saranno i fuochi d’artificio, sostituiti nel già contenuto budget proprio dalla promozione e dalla comunicazione.

capodanno a cagliariCome ha spiegato il Direttore Artistico Francesco Origo: “I musicisti saranno tutti sardi e di grande livello, la piazza tornerà ad essere un luogo di incontro e di scambio. Ci saranno delle proiezioni che il pubblico dovrà andare a cercarsi, diventando quindi partecipante e non passivo, e alcuni profili della città saranno ridisegnati grazie ad una speciale tecnologia. Gli eventi avverranno tutti in contemporanea.”

Il sentimento ispiratore di questa manifestazione è quindi la voglia di regalare alla città un momento di emozione e divertimento, puntando a rendere il Capodanno di Cagliari una realtà concreta che possa attirare risorse e diventare un appuntamento fisso, per i cagliaritani e per tutti i sardi e i turisti che decidono di scoprire la città anche in un diverso periodo dell’anno.

Per maggiori informazioni:

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Cagliari



Top